Campi, Gandola (FI): “Amministrazione si attivi per adottare misure per sostenere mondo economico”

0
29
Paolo Gandola FI

Si affronti l’emergenza con tutte le misure del caso, adottando controlli serrati della polizia municipale e dei Carabinieri e sanificando tutte le strutture scolastiche e le tante sedi comunali, al tempo stesso si valutino tutte le azioni di sostengo per il settore turistico (e non solo) che oggi è letteralmente in ginocchio“.

E’ questo l’appello di Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio e consigliere metropolitano che nei giorni scorsi ha presentato una specifica interrogazione.

Sappiamo che l’amministrazione comunale ha incontrato nei giorni scorsi le categorie economiche, ma ad oggi non sappiamo quali saranno le misure di sostegno che si intendono adottare. Per questo abbiamo chiesto all’amministrazione comunale se non si ritenga necessario elaborare forme di sostegno degli operatori del settore turistico ed alberghiero quali, ad esempio, forme di riduzione o sospensione di IMU, TARI e COSAP. Oltre al settore alberghiero, occorre poi sostenere tutte le altre attività economiche, al riguardo si potrebbe prevedere di far slittare in avanti la prossima cadenza della Tari, facendola slittare di due o tre mesi.

Ciò sarebbe una ulteriore risposta concreta oltre alle misure già assunte come il pagamento della rata dei nidi comunali per tutto il periodo di non frequenza e il pagamento del servizio scuolabus per il periodo di non fruizione del servizio stesso. Insomma occorre tendere la mano non solo al cittadino, ma anche a tutte le realtà commerciali e imprenditoriali che in questo periodo trovano una improvvisa ed imprevista difficoltà economica a causa di questa brutta emergenza sanitaria.

Ovviamente si dovranno valutare tutti i criteri tecnici e giuridici del caso e soprattutto i limiti dei vincoli di bilancio del Comune che già subirà una grossa perdita del mancato incasso di una parte considerevole della tassa di soggiorno attesa per un importo di circa 230mila euro. Per il resto, comunque, rimane sempre l’attesa nei confronti del Governo per le ulteriori misure in ambito economico, ma più in generale per far fronte a tutte le difficoltà su sanità, lavoro, imprese e famiglie per aiutare tutte quelle imprese, piccole, medie e grandi, che sono in estrema difficoltà, ora e per i mesi futuri, perché questa crisi, purtroppo, non finirà in pochi giorni. Per questo, ad esempio, andrà garantito l’accesso alla moratoria sui mutui bancari e i provvedimenti relativi all’ampliamento della cassa integrazione in deroga“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO