Campionato della bugia, Andrea Rumè vince la tappa di Sesto

0
479

Nell’ambito della cena del papero, evento conclusivo della Festa del grano, organizzata dalla pro-loco di Sesto Fiorentino “Pro Sesto A.T.”, si è svolta ieri sera, 7 luglio, la selezione fiorentina del Campionato italiano della bugia, portata a Sesto Fiorentino dall’Associazione Pinocchio a casa sua. Oltre duecento persone hanno così potuto seguire la prima edizione che si è svolta nel cuore di Sesto Fiorentino, in Piazza IV novembre, alla presenza del Sindaco Lorenzo Falchi e dell’Assessore alle attività produttive Marco Becattini. Ospiti d’onore i senatori dell’Accademia della Bugia che ha la sua sede presso la frazione pistoiese de Le Piastre. Sono loro che hanno animato la serata grazie alla splendida conduzione del Magnifico Rettore Emanuele Begliomini ed al direttore artistico del Campionato Emiliano Buttaroni. Con loro i senatori Roberto Beragnoli e Elisabeth Ferrali che hanno giudicato le bugie in gara assieme alla presidentessa dell’Associazione Pinocchio a i’ Pinocchio di San Miniato Basso, che ha selezionato pochi giorni fa lo sfidante pisano, e il console del TCI Damiano Landi. I padroni di casa sestesi sono stati spiazzati in questa loro prima manifestazione dall’inaspettato ed ingente numero di persone che sono venute a competere anche da fuori città: pisani, pistoiesi e pratesi hanno combattuto in pari numero nella “singolar tenzone”, sia tra i “bugiardi” in gara che tra quelli fuori concorso come il comico Gianmaria Vassallo ed il pluribugiardino d’oro Rolando Bettazzi. Alla fine dei conti comunque si sono ben comportati: il premio speciale per la miglior bugia detta sui social network nei giorni precedenti la sfida è stato assegnato al giornalista-scrittore di Scandicci, ma sestese di nascita, Filippo Canali.

Il secondo premio è andato a Giuseppe Garbarino, scandiccese anche lui, ma presidente della sestesissima associazione pinocchiesca che ha ospitato l’evento, con una balla sulla Richard Ginori. Infine il premio speciale della giuria, che le è valso il terzo posto, è andato alla piccola Caterina Sebastiani che ha raccontato di tutto il formaggio che le esce dalle orecchie quando ne mangia troppo: i sestesi possono andare a complimentarsi e a sostenerla recandosi al negozio dei genitori, il giocattolaio Magosvago.

Però il meritatissimo primo posto è andato ad Andrea “lupo” Rumè, alias Dottor Pan, che è salito sul palco indossando il camice della Clownterapia M’illumino d’immenso per cui lavora presso l’ospedale della provincia fiorentina di Ponte a Niccheri. Ha raccontato di uno dei suoi viaggi solidali in Palestina dove finalmente ebrei ed arabi riescono a convivere finalmente in pace e concordia grazie ad un interprete che li fa dialogare tra sé allo scopo di vincere il grande cando che opprime il medio oriente. Colpo di scena finale lo ha annunciato il Magnifico Rettore Emanuele Begliomini che a sorpresa ha invitato non solo il vincitore a partecipare alla finale a Le Piastre del 5 e 6 agosto prossimi, ma anche gli altri due classificati, complici le loro storie particolarmente divertenti e meritorie. Saranno quindi tre i selezionati che, da Sesto Fiorentino, saliranno sul palco dei finalisti.

NESSUN COMMENTO