Centro sportivo e stadio Fiorentina a Campi Bisenzio? Le considerazioni dell’associazione Diritti & Ambiente, Territorio, Pubblica Amministrazione

0
444

Sta facendo discutere l’eventuale realizzazione del centro sportivo e del nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio, in viale Allende, vicino al centro benessere Asmana. Il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha aperto a questa possibilità.

Su questo tema si esprime così Giovanni Mariotti, presidente dell’associazione “Diritti & Ambiente, Territorio, Pubblica Amministrazione”:

Da decenni il comune di Campi Bisenzio è interessato da un rilevante sviluppo urbanistico, caratterizzato da cambi di destinazione d’uso di aree a vocazione agricola, in aree commerciali e/o industriali. In tale contesto si inseriscono anche le recenti dichiarazioni del sindaco sulla possibile realizzazione del nuovo stadio della Fiorentina lungo Via Allende: all’interno del lotto di terreno libero, ricompreso tra quest’ultima e l’intersezione tra l’A11 e l’A1 (per quanto se ne deduce dal servizio del TG3 Rai della Toscana del 10.09.2019). In questa fase, come Associazione “Diritti & ATPA”, teniamo soltanto a dare alcune informazioni ai campigiani: focalizzando questioni di carattere ambientale senza entrare nel merito alla convenienza e/o al prestigio che la struttura prospettata potrà eventualmente conferire al territorio campigiano.

L’area sopra descritta, secondo la normativa tecnica di attuazione del Piano Strutturale vigente (art. 32), ricade in “sottosistema funzionale delle aree agricole”, in linea con l’elaborato grafico n. 15.2, “Ambito territoriale e sistema agro-ambientale del parco agricolo della piana”, allegato F, parte integrante dell’accordo di pianificazione tra il Comune di Campi Bisenzio e la Regione Toscana della “Variante per l’Integrazione al Piano Strutturale di Campi Bisenzio per l’Ambito di territorio interessato dal Parco Agricolo della Piana”e adeguamento alle disposizioni contenute nell’integrazione al PIT per la definizione del Parco Agricolo della Piana. Accordo sottoscritto dal sindaco di Campi Bisenzio in data 12 dicembre 2018, poi ratificato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 9 del 7 gennaio 2019, ai fini dell’approvazione della variante. Dal succitato elaborato n. 15.2, risulta che l’area oggetto del servizio del TG3 Rai Toscana ricade in “Aree a caratterizzazione agricola”. Ricordiamo in merito che, come rappresentato nell’elaborato 15.1 di cui alla succitata variante, “Sono elementi costitutivi del Parco: a) le aree agricole e quelle destinate a verde pubblico o privato, incluse quelle funzionali ad interventi di mitigazione e compensazione ambientale, articolate in: – aree a caratterizzazione agricola…”. E lo stesso dicasi per l’area posta tra il Parco di Villa Montalvo (a sinistra del centro benessere Asmana) e Via Allende), anch’essa rientrante nella disciplina previsionale della variante n. 4 al Piano Strutturale, elaborato 15.2, in “Aree a caratterizzazione agricola”.

Ebbene, partendo dal presupposto che uno stadio-impianto sportivo, necessiti di un certo e cospicuo numero di parcheggi secondo le disposizioni vigenti, nonché per quanto previsto dalle norme CONI relative all’impiantistica sportiva, e dalle linee guida UEFA“….dovranno essere previste a servizio dell’impianto adeguate aree da destinare al parcheggio dei veicoli per il trasporto individuale e collettivo dei diversi utenti…”e ancora“Ci deve essere uno spazio sufficiente per i parcheggi, sia per le auto che per i pullman, vicino al complesso dello stadio, oppure nelle sue immediate vicinanze.”,teniamo ad informare che l’attuale responsabile dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Campi Bisenzio in data 10.01.2017, con relazione tecnica predisposta per l’approvazione di una variante al Regolamento Urbanistico Comunale (scaricabile dal sito internet dell’Ente), ha certificato che “…un maggior carico insediativo costituito da un maggior numero di macchine…”comporta“…. quindi maggiore superficie a parcheggi e quindi maggiore impatto sul territorio e sull’ambiente”. E questo vale per qualsiasi altro insediamento, anche di natura commerciale, che comporti un maggior numero di parcheggi e cambi della originaria destinazione d’uso.

Per quanto sopra, riteniamo che uno sviluppo sostenibile del territorio sia un diritto dei campigiani, a tutela, valorizzazione e salvaguardia della salute di chi lo vive, specialmente in considerazione delle dichiarazioni dell’Ufficio Urbanistica, nonché per le numerose manifestazioni tenutesi negli ultimi anni a favore del Parco della Piana.

In merito a Via Allende, infine, ricordiamo che dagli atti della Città Metropolitana di Firenze (in particolare “Studio di Impatto Ambientale” del febbraio 2015), relativamente alla realizzazione di un impianto di smaltimento rifiuti liquidi speciali pericolosi e non nella vicina Via Maestri del Lavoro (ormai già realizzato), proprio Via Allende ed anche le vicine arterie di Via Paolieri (circonvallazione Nord), Via Einstein, Via di Pratignone, sono/saranno interessate da un appesantimento del traffico veicolare, peraltro, nella zona, già abbastanza rilevante (auto e mezzi pesanti)”.

LEGGI ANCHE:

Nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio: sì o no? Il sondaggio di TuttoSesto

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO