Cinema Grotta, la programmazione fino al 3 giugno

0
129
TuttoSesto

Il cinema Grotta di Sesto Fiorentino offre la seguente programmazione fino a mercoledì 3 giugno:

– Sala 1: “Tomorrowland – Il mondo di domani” (lunedì e mercoledì ore 19 e 21, martedì ore 15.40, 18, 20.20, 22.30, giovedì ore 21.15, venerdì ore 20.20 e 22.30, sabato e domenica ore 15.40, 18, 20.20 e 22.30).
Trama: il film racconta la storia di Frank (George Clooney), un ex enfant prodige ormai disilluso, e Casey (Britt Robertson), un’adolescente ottimista e intelligente che trabocca di curiosità scientifica. Legati da un destino comune, i due intraprendono una pericolosa missione insieme, per svelare i segreti di una misteriosa dimensione spazio-temporale nota come “Tomorrowland”.

– Sala 2: “Pitch Perfect 2 (lunedì, mercoledì e giovedì ore 19.15 e 21.15, martedì ore 15.50, 18.10, 20.30 e 22.30, venerdì ore 20.30 e 22.30, sabato e domenica ore 15.50, 18.10, 20.30 e 22.30).
Trama: le Barden Bellas sono tornate per schiaffeggiare il mondo a suon di note in Pitch Perfect 2, il sequel di Pitch Perfect, successo globale incentrato sulle vicende di un gruppo di adorabili disadattate con una sola cosa in comune: l’irresistibile armonia che creano quando cantano insieme, mixata e arrangiata come non mai. Sono passati tre anni da quando le Bellas, con le loro voci, il loro stile e il loro atteggiamento, sono diventate il primo gruppo tutto al femminile a vincere le Nazionali. Ma dopo essere state espulse a causa di uno scandalo che minaccia di sabotare il loro ultimo anno a Barden, le tre volte campionesse in carica iniziano a temere di aver perso per sempre la loro armonia. Le Bellas avranno una sola possibilità per riscattare la propria reputazione: dovranno lottare e vincere il Campionato mondiale di A cappella a Copenaghen. E nello sforzo sovraumano di giostrarsi tra le pressioni del mondo della musica e angosce ancora maggiori, sarà il potere della sorellanza a far sì che trovino la loro voce e dimostrino ciò che serve per ottenere un riconoscimento mondiale.

– Sala 3: “Youth – la giovinezza” (lunedì, mercoledì e giovedì ore 19.15 e 21.15, martedì ore 15.50, 18, 20.230 e 22.30, venerdì ore 20.30 e 22.30, sabato e domenica ore 15.50, 18.10, 20.30 e 22.30).
Trama: in un elegante albergo ai piedi delle Alpi Fred e Mick, due vecchi amici alla soglia degli ottant’anni, trascorrono insieme una vacanza primaverile. Fred è un compositore e direttore d’orchestra in pensione, Mick un regista ancora in attività. Sanno che il loro futuro si va velocemente esaurendo e decidono di affrontarlo insieme. Guardano con curiosità e tenerezza alla vita confusa dei propri figli, all’entusiasmo dei giovani collaboratori di Mick, agli altri ospiti dell’albergo, a quanti sembrano poter disporre di un tempo che a loro non è dato. E mentre Mick si affanna nel tentativo di concludere la sceneggiatura di quello che pensa sarà il suo ultimo e più significativo film, Fred, che da tempo ha rinunciato alla musica, non intende assolutamente tornare sui propri passi. Ma c’è chi vuole a tutti i costi vederlo dirigere ancora una volta e ascoltare le sue composizioni.

– Sala 4: “Il racconto dei racconti” (venerdì ore 19.15, lunedì, sabato e domenica pre 21.15, no il martedì, mercoledì e giovedì).
Trama: c’era una volta un regno… anzi tre regni vicini e senza tempo, dove vivevano, nei loro castelli, re e regine, principi e principesse. Un re libertino e dissoluto. Una principessa data in sposa ad un orribile orco. Una regina ossessionata dal desiderio di un figlio. Accanto a loro maghi, streghe e terribili mostri, saltimbanchi, cortigiani e vecchie lavandaie sono gli eroi di questa libera interpretazione delle celebri fiabe di Giambattista Basile.
La Regina di Selvascura è disperata perché non riesce ad avere un figlio, e a nulla valgono i tentativi del Re di distrarla, invitando a corte artisti di strada e circensi. Una notte, un negromante suggerisce loro una soluzione assai rischiosa: mangiando il cuore di un drago marino, cucinato da una vergine, finalmente la Regina resterà incinta…
Sempre alla ricerca di nuovi piaceri, il Re di Roccaforte ode una voce deliziosa provenire da una misera casetta sotto le mura del castello e, immaginando non possa appartenere che a una bellissima giovane, subito si invaghisce: invoca la fanciulla, le chiede invano di mostrarsi, le invia un regalo prezioso, convinto di ottenere presto i suoi favori…
Un giorno il Re di Altomonte cattura una pulce e ne fa in segreto il proprio animale domestico: ci gioca, le parla, la vede crescere a dismisura, nutrita a sangue e bistecche fino a raggiungere le dimensioni di un maiale. Alla morte dell’enorme insetto, il Re, addolorato, lo fa scuoiare. Ha un’idea: concederà la mano di sua figlia Viola, che scalpita per lasciare il castello, a chi saprà riconoscere a quale animale appartenga quella pelle…

Sala 4: “Samba” (lunedì e giovedì ore 19.15, sabato e domenica ore 15.50, 18.10, no il martedì, mercoledì e venerdì).
Trama: un incontro fra due mondi, quello di Samba (Omar Sy), senegalese clandestino che vive in Francia da 10 anni e colleziona lavoretti per sopravvivere, e quello di Alice (Charlotte Gainsbourg), una dirigente d’azienda che dopo un crollo psico-fisico da stress decide di cambiare vita. Lui tenta tutte le strade per la regolarizzazione, mentre lei cerca di ricostruire se stessa attraverso il volontariato in un’associazione. Entrambi stanno provando ad uscire dal loro inferno personale fino a quando, un giorno, i loro destini si incrociano… in una storia che, fra umorismo ed emozione, potrebbe aprire un varco verso la felicità. E se la vita avesse più fantasia di loro?

STEFANO NICCOLI

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO