“Giro, Giro Sesto… Mondo”: anteprima alla Marcia della Pace

0
175

Sesto Fiorentino aveva in programma un’adeguata anteprima alla Marcia della Pace di Assisi 2018: il “Giro, Giro Sesto… Mondo!” in bicicletta per la Pace. Le condizioni atmosferiche dello scorso sabato, hanno poi costretto gli organizzatori di Sesto Mondo ad annullare la pedalata ma non certo a scoraggiare il ciclo-ambasciatore di Pace Marco Banchelli, che la biciclettata avrebbe dovuto guidare, dal recarsi comunque alla partenza.

Ed ha fatto bene! Oltre a Paolo Covelli (e Chiara) della FIAB-Sesto Città Ciclabile, un manipolo di eroici ciclisti si è infatti presentato: in bicicletta e a piedi, e perfino Ahovey e Sessou del Benin (studenti di Pescetti e Cavalcanti) in skateboard! Ma ad essere rappresentata anche la Svezia, con la famiglia del piccolo Nils della Vittorino da Feltre (amica del grande ex-calciatore Kurt Hamrin) al completo!

E poi Fabio Palanghi, autentico “veterano” amico della bicicletta. Quasi tutti naturalmente con il messaggio per la Marcia di Assisi del giorno seguente. Ma tanti anche i messaggi “a mano”, senza bicicletta o altro mezzo. Tra cui la “letterina” sulla Felicità di Giulia della De Amicis e di Viviana della IV della Bortolotti. Anche presso l’Oratorio di San Martino, dove si erano spostate anche le altre attività, e che “l’eroico” gruppetto di ciclisti ha raggiunto in una pausa della pioggia, c’è stata una consegna assai significativa da parte di Greta e Sofiaper la loro famiglia e per il messaggio di un’intera Classe della De Amicis, che prossimamente sarà premiata. Da segnalare anche la Misericordia di Sesto Fiorentino per il mezzo che comunque si è presentato alla partenza ed ha accompagnato/scortato i partecipanti fino all’interno dello stesso Oratorio.

“Ma quello che ho avuto la possibilità di vivere il giorno dopo tra Perugia e Assisi – dichiara il ciclo-ambasciatore Banchelli – mai lo avrei immaginato! Bisognava esserci…”. Marco si è infatti aggregato al pullman organizzato sempre da Sesto Mondo in occasione della Marcia Perugia-Assisi e, adeguatamente protetti dalla pioggia, ha portato con se gli stessi messaggi che idealmente hanno consentito di marciare anche a tutte le scuole primarie e secondarie di Sesto Fiorentino insieme al fiume umano inatteso nelle proporzioni, anche per le condizioni meteo. E mentre i partecipanti raggiungevano Assisi in un crescendo di bandiere e di speranze, ecco che anche il sole è tornato a splendere come parte di una ideale fantastica scaletta del programma di questi due giorni tra pedalata e marcia. Con il piccolo sigillo di due altre intense “presenze”.

Nella città che vide Gino Bartali “staffetta” ciclistica per salvare tante vite nella IIa Guerra Mondiale e nell’affettuoso ricordo di Alfredo Martini, con Marco, ciclisti e marciatori, anche l’immenso Fausto Coppi, grazie al ricordo del suo amico ciclista Marcello Mariotti. Ed infine Chiara della Bortolotti, ancora dispiaciuta per la mancata pedalata del giorno prima, che proprio mentre Marco Banchelli entrava in Piazza San Francesco ha fatto inviare da babbo Andrea “via social” anche il suo messaggio: “Tutto molto intenso, emozionante… – precisa concludendo Marco Banchelli – E tanto c’è, proprio in queste parole della piccola Chiara, che proietto con forza adesso verso un futuro di speranza e impegno: PERDONO, AMORE, CARITA’ ED EQUILIBRIO… IN UNA PAROLA: PACE!”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO