“I want to ride my bicycle”: inaugurata la rete ciclabile Alfredo Martini

0
526
Inaugurazione rete ciclabile
Da sinistra: Daniele Bennati, Renato Di Rocco, Lorenzo Falchi, Vincenzo Ceccarelli, Eugenio Giani

Bicycle” cantavano i Queen. La canzone della rock band britannica sarebbe stata la colonna sonora perfetta per un sabato mattina all’insegna delle due ruote. Ai giardini della Resistenza a Sesto Fiorentino è stata, infatti, inaugurata la rete ciclabile intitolata all’ex commissario della nazionale italiana Alfredo Martini.

Tante le persone presenti, tra cui il sindaco Lorenzo Falchi, l’assessore regionale alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, le figlie di Alfredo Martini e il ciclista della Movistar Daniele Bennati.

Dopo lo scoperchiamento della targa con scritto “La bici crea sensazioni di libertà. La bici rende liberi. E’ un bene sociale. Regala serenità. Grazie alla bici, noi imparavamo a conoscere il mondo: scoprivamo luoghi, incontravamo persone“, una delle storiche frasi di Alfredo Martini, il gruppone ha pedalato fino al Giardino Bardo Corsi-Salviati dove l’attore Tommaso Parenti ha inscenato il testo teatrale “A ruota della passione. Storia di Alfredo Martini“.

rete ciclabile

L’inaugurazione della rete ciclabile precede il passaggio a Sesto Fiorentino del Giro d’Italia Under 23 (domenica 16 giugno) e il Criterium Alfredo Martini (mercoledì 19 giugno).

L’anello ciclabile permetterà di spostarsi intorno a Sesto Fiorentino in sicurezza. Abbiamo voluto che la rete ciclabile fosse intitolata ad Alfredo Martini, grande campione di ciclismo e commissario tecnico, ma anche persone con uno straordinario senso di impegno civico, civile e politico“, ha detto il sindaco Lorenzo Falchi.

“Un attestato di questo tipo ci onora. Alfredo Martini ha lasciato qualcosa di fondamentale non solo nel ciclismo, ma anche nel mondo della cultura, è un patrimonio mondiale, complimenti al suo staff di aver pensato all’intitolazione di questa rete ciclabile“, ha aggiunto Renato Di Rocco.

Sono residente a Sesto Fiorentino, quindi ho visto crescere da vicino la rete ciclabile. E’ molto bella, consentirà il salto di qualità, è immersa nel verde della Piana fiorentina. Sarà uno stimolo all’uso della bicicletta“, ha dichiarato Eugenio Giani.

“Sarà una rete superiore a 40 chilometri. Quella che è stata inaugurata stamattina ne è una parte. La Regione ha contributo con circa 14 milioni alla realizzazione – spiega Vincenzo Ceccarelli -. Le reti di ciclopiste ci ricollegheranno al super ciclo pista di collegamento tra Firenze e Prato e poi ci sarà il collegamento con la ciclo pista dell’Arno”.

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO