Il cielo è biancorosso sopra Sesto: il Colonnata vince il campionato di Terza Categoria

0
676
Colonnata-Calcio
Foto ripresa dalla pagina Facebook dell'ACD Colonnata 1965

Vincere un campionato di calcio è sempre bello. Vincerlo all’ultima giornata grazie ad un gol in pieno recupero lo è ancora di più. Vale doppio. Una favola. Estasi pura. L’impresa è del Colonnata 1965. La formazione sestese si è laureata campione di Terza Categoria girone unico di Prato battendo, sabato 30 aprile, La Briglia in trasferta per 2-1. Decisiva la rete segnata da Tommaso Zipoli al 95′. E pensare che di “mestiere” non fa il bomber, bensì il difensore centrale. Seconda timbratura in stagione per lui. Sul tabellino dei marcatori per il Colonnata anche Gashi Shkelquim, capocannoniere della squadra con dodici centri.

E’ stato un campionato al cardiopalma che ha visto la compagine allenata da Lorenzo Leoncini trionfare con 46 punti, due in più di Prato Sport e La Briglia. Quattordici le vittorie in ventidue giornate, quattro i pareggi, così come le sconfitte. Quaranta i gol fatti, ventotto quelli subiti. Il Colonnata corona il sogno di salire in Seconda Categoria. Il cielo è biancorosso sopra Sesto Fiorentino.

Questa la rosa campione 2021-22:
Portieri: Fabio Coppola, Tommaso Mazzuoli;
Difensori: Andrea Baroni, Lorenzo Bartoli, Lorenzo Castellana, Samuele Degli Innocenti, Samuele Ermini, Dario Gensini, Andrea Iannotta, Thomas Menna, Marco Orlandi, Tommaso Zipoli, Ulquinaku Rrezart;
Centrocampisti: Andrea Batignani, Alessandro Miglietta, Maurizio Muglia, Francesco Parenti, Francesco Profilato, Alessio Romei, Leonardo Seidita, Stefano Seidita;
Attaccanti: Matteo Batistoni, Alberto Borgheresi, Luca Castrogiovanni, Elia Degli Innocenti, Gashi Shkelquim, Cosimo Grazzini, Niccolò Leonardi, Adriano Miglietta.

Questo lo staff:
Andrea Vieri: presidente;
Alessio Fusi: direttore generale e direttore sportivo;
Lorenzo Leoncini: allenatore;
Giacomo Puccio: vice allenatore.

La vittoria del campionato vale doppio visto il tanto lavoro dietro la squadra. Non è facile trovare aiuti, facciamo tutto da soli – dice Alessio Fusi in esclusiva a tuttosesto.net -. E’ il coronamento di un percorso iniziato cinque anni fa quando io e Marco Giudice demmo vita a una nuova identità di squadra. L’obiettivo che all’epoca ci prefissammo era il ritorno in Seconda Categoria dopo più di vent’anni. Finalmente ci siamo riusciti. Siamo stati in grado di formare un bel gruppo. La vittoria è più che meritata, sia per quanto abbiamo fatto vedere sul rettangolo verde, sia per quanto riguarda il lato extra campo. I nostri successi partono da fuori. I ragazzi si sono sempre impegnati al cento per cento, hanno giocato un bel calcio palla a terra e dimostrato di essere una squadra.

All’inizio della stagione l’obiettivo non era vincere il campionato, ma qualificarsi per i play off. Ai ragazzi, però, io e gli altri membri dello staff abbiamo detto che avevano una grande opportunità. Col passare del tempo hanno preso sempre più consapevolezza dei propri mezzi, soprattutto nel girone di ritorno dove siamo stati inarrestabili. Proprio perché non preventivata, la vittoria vale doppio. La svolta c’è stata a 6-7 giornate dalla fine. Noi continuavamo nella nostra marcia vincente, mentre i nostri due avversari – Prato Sport e La Briglia – hanno cominciato a ‘steccare’ contro formazioni, sulla carta, alla portata. Contro La Briglia all’ultima giornata non abbiamo disputato una grande gara, ma avevamo più voglia di vincere rispetto a loro che, invece, puntavano al pareggio che li sarebbe bastato per conquistare il campionato. Il gol al 95′ è stato una liberazione. Il Colonnata è una famiglia.

Il futuro in Seconda Categoria? L’obiettivo è la salvezza. Tra qualche anno, chissà, potremo puntare alla Prima Categoria dove il Colonnata non ha mai giocato“.

Per festeggiare la vittoria, il Colonnata ha organizzato una cena scudetto in programma sabato 14 maggio dalle 20 presso l’Atletica Castello in via Reginaldo Giuliani 518.

STEFANO NICCOLI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO