Il Comune di Campi Bisenzio torna ad assumere: ecco due concorsi pubblici

0
1253
Simbolo del Comune di Campi Bisenzio

Il Comune di Campi Bisenzio torna ad assumere. Lo fa attraverso due concorsi. Il primo, per due posti, per titoli ed esami, a tempo pieno e indeterminato, nel profilo di “Specialista in attività amministrative e/o contabili” (cat. D). La domanda dovrà pervenire esclusivamente online tramite la piattaforma F.I.D.O. entro le 23.59 del 18 aprile.

Come si legge nel bando (il documento pdf si trova alla seconda voce in “Avvio del procedimento”), per essere ammesso alla selezioni il/la candidato/a deve essere in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero altra cittadinanza nel rispetto di quanto previsto dall’art. 38 “Accesso dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea” del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. – Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica. Il/La candidato/a non italiano/a deve inoltre godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza e possedere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
– età non inferiore ad anni 18;
– godimento dei diritti civili e politici, riferiti all’elettorato attivo; non possono accedere coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo;
– idoneità fisica all’impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale oggetto di selezione. L’Amministrazione comunale accerterà a tal fine, mediante visita medica presso il Medico Competente, il possesso di tali requisiti da parte del personale da assumere;
– non avere riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
– non essere stato/a interdetto/a o sottoposto/a a misure che per legge escludono l’accesso agli impieghi presso le Pubbliche Amministrazioni;
– non essere stato/a destituito/a o dispensato/a dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stato/a dichiarato/a decaduto/a da un impiego statale, ovvero non essere stato/a licenziato/a da una Pubblica Amministrazione ad esito di un procedimento disciplinare per scarso rendimento o per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;
– essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e del servizio militare (solo per i cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985);
– possesso del diploma di laurea (L), laurea specialistica (LS), laurea magistrale (LM) o laurea del vecchio ordinamento in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio o equipollenti; per i titoli di studio conseguiti all’estero, è necessario che entro la data di scadenza del presente bando sia stato emanato il provvedimento di riconoscimento da parte dell’Autorità competente;
– avere conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Il secondo concorso, per sette posti, per titoli ed esami, a tempo pieno e indeterminato, riguarda il profilo di “esperto amministrativo e/o contabile” (cat. C). Anche in questo caso, la domanda dovrà pervenire esclusivamente online tramite la piattaforma F.I.D.O. entro le 23.59 del 18 aprile. I requisiti sono gli stessi del primo concorso. Per maggiori informazioni sul bando, clicca qui (il documento pdf si trova alla seconda voce in “Avvio del procedimento”).
Per informazioni: 055 8959420 oppure 055 8959589.

Il Comune di Campi Bisenzio non attivava concorsi dal 2005 – spiega il vice sindaco con delega al personale Giovanni Di Fede -. Abbiamo predisposto un piano triennale, 2019-2021, per incrementare di 34 unità la macchina amministrativa (i lavoratori sono 235, ndr). Riteniamo che quella del concorso sia la pratica più giusta e anche la più consueta da seguire perché, nel momento in cui proviamo ad assumere nuovo personale, la legge ci impone di procedere per mobilità con il nullaosta o per graduatorie dove queste esistono. Seguendo queste procedure obbligatorie siamo sempre in difficoltà. L’ultima possibilità è il concorso che diventa la pratica più impegnativa, ma anche la più lineare e corretta che cercheremo di seguire da qui in avanti. Avremo a che fare con tante domande. Contiamo di avere i nove assunti già a settembre“.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO