Indagine CNA Piana Fiorentina: Comune che vai, Tari che trovi”

0
64
CNA

Sono Comuni attigui, che fanno parte della stessa area, la Piana Fiorentina, eppure far impresa in uno o in un altro porta vantaggi o svantaggi competitivi non indifferenti. Un esempio? La Tari, la tassa sui rifiuti.

Lo stesso parrucchiere, con un negozio di 80 metri quadri, paga a Calenzano: 403.2 euro di Tari, a Sesto Fiorentino 454,4, a Campi Bisenzio 627,2 e a Signa 872,2, con un aumento tra l’esborso minore e quello maggiore di oltre il 100%,
116% per l’esattezza.

E non si pensi che il parrucchiere sia un caso isolato: CNA Piana Fiorentina ha infatti elaborato un report anche per altre attività, individuando, tra l’importo minore e quello maggiore della Tari, negli stessi comuni, a parità di condizioni, un
aumento del 75,5% per le falegnamerie, dell’85% per le carrozzerie, del 134,6% per le attività industriali, del 65,2% per le officine meccaniche e del 59% per i ristoranti.

Unica costante, il fatto che il Comune dove la Tari è più salata è quello di Signa, seguito da Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e infine Calenzano.

Un’unica area interconnessa, la Piana Fiorentina. Un unico problema, la crisi connessa alla pandemia. Un medesimo calendario di chiusure e limitazioni pandemiche. Eppure 4 modalità diverse da parte della Pubblica Amministrazione di
rapportarsi a quelle imprese che sorreggono il nostro sistema economico e, conseguentemente, sociale. Azioni che hanno creato e continuano a creare disparità tra le nostre imprese, tanto burocratiche che economiche – commenta
Paolo Conti, presidente di CNA Piana Fiorentina – La Piana è sede di un tessuto produttivo che, globalmente, produce una fetta importante del Pil della Città Metropolitana e, globalmente, dà occupazione. E con un’ottica globale va inquadrato,
facendo perno, nel rispetto delle specificità, su una visione unitaria del territorio quanto a tasse, regolamenti, infrastrutture. È imperativo evitare il modus operandi che fino ad oggi è andato per la maggiore: il procedere in solitaria, o
in ordine sparso, che non agevola certo il raggiungimento di obiettivi comuni a tutta l’area, ostacolando la competitività delle imprese”.

Elaborazione CNA Piana Fiorentina

Tabella CNA

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO