La situazione a Gaza: dibattito al GioveSì

0
126
GioveSì
Foto di Tino Barletta

La situazione a Gaza, analizzata al GioveSì del primo febbraio. Il dibattito, che ha visto coinvolti Francesca Annetti(responsabile del medioriente per Cospe), Lorenzo Falchi (sindaco di Sesto Fiorentino) e Manfredi Lo Sauro (responsabile della cooperazione internazionale Arci Firenze) è stato moderato da Rachele Nuti di Radio Palinsesto, alla Casa del Popolo di Colonnata.

GioveSì
Foto di Tino Barletta
GioveSì
Foto di Tino Barletta
GioveSì
Foto di Tino Barletta
GioveSì
Foto di Tino Barletta

L’iniziativa, come sostengono volontari e volontari è soltanto il primo degli approfondimenti tematici che saranno proposti durante i prossimi GioveSì:

‘Il collettivo delle volontarie e dei volontari del Giovesì sta programmando, oltre ai “classici” giovedì sera all’insegna della socialità e dello svago, una serie di talk, presentazioni di libri e approfondimenti tematici destinati a tutti, ma in particolar modo ai giovani con l’obiettivo di stimolare confronto e riflessioni.

Nelle prossime iniziative, che saranno una o due al mese fino a luglio, si parlerà anche di ambiente, diritti civili, femminismo e pacifismo. Il tutto si svolgerà negli stupendi spazi dell’Unione Operaia di Colonnata, che da più di un secolo è un presidio di socialità e cultura del nostro territorio.

Lo faremo in collaborazione con altre realtà, collettivi e associazioni giovanili del territorio per unire le forze e per provare a coinvolgere più ragazzi e ragazze possibili.

Stiamo inoltre organizzando una serie di tornei sportivi, che rappresentano un’altra occasione – estremamente leggera – per stare insieme e fare comunità.

Per quanto riguarda i talk partiamo oggi con un approfondimento sulla Palestina, dove si sta consumando quello che ha tutti i connotati di un genocidio. Lo facciamo per informare, informarci e chiedere, nel nostro piccolo, il cessate il fuoco oltre che la libertà per un popolo, quello palestinese, che sta subendo un numero vergognosamente alto di perdite di civili, in particolar modo bambine e bambini, nel silenzio surreale e inaccettabile del nostro governo e di gran parte della comunità internazionale”

Volontarie e volontari del GioveSi

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO