Lega: “Episodi violenti in alcuni locali di Sesto, Falchi investa nella sicurezza”

0
354
Simbolo Lega

Da alcuni giorni i locali “Isolde” in viale Ariosto e “The Drunk” in piazza IV Novembre a Sesto Fiorentino sono “teatro” di episodi di violenza. Tanto che i titolari hanno deciso di chiudere per qualche giorno i rispettivi pub. Su questo argomento si esprimono così Daniela Pancani e Filippo La Grassa, rispettivamente responsabile della Lega Sesto e coordinatore Lega Piana Fiorentina:

Lunedì 4 marzo i locali sestesi più famosi The Drunk ed Isolde sono stati ” teatro” di scenari di minaccia ed episodi violenti da parte di un  soggetto. L’uomo, oltre a minacciare e creare turbamento ai clienti e ai proprietari dei rispettivi locali, è passato anche all’atto. Pare sia solito agire condotte intimidatorie e violente oltre che alle persone, anche a danno di animali, in particolare gatti.

La Lega ritiene doveroso ed urgente che il sindaco e le autorità competenti siano adeguatamente informate ed adottino provvedimenti idonei in merito a garantire la sicurezza collettiva della comunità sestese, nonché impedire che a causa di condotte violente di un singolo, dei cittadini e dei proprietari di locali siano costretti ad evitare di uscire e chiudere la propria attività lavorativa per poter tutelare la propria incolumità e quella dei loro clienti.

Non si può tollerare che un Comune sia messo per così dire sotto scacco da un soggetto (probabilmente affetto da un disturbo e quindi  che necessita forse di assistenza e cura) e che i giovani sestesi si ritrovino i pochi locali a loro dedicati, come luoghi non più di svago e mondanità, ma siano esposti a dei rischi.

Ricordiamo al sindaco Falchi che grazie al Decreto Sicurezza e Immigrazione del Ministro Matteo Salvini, diventata Legge dello Stato n.113 del 06/11/18,  i Comuni possono attingere ad un fondo e attivare il finanziamento entro il 15 maggio 2019 (pena la perdita dello stesso). Tale decreto consentirebbe di investire nella prevenzione e nella sicurezza, ampliando le forze dell’ordine sul territorio e la sicurezza urbana, con nuove norme che hanno come obiettivo anche quello di aumentare i poteri al sindaco, al Prefetto e ai Questori, quando si tratta di tutelare l’ordine pubblico, nonché il DASPO URBANO che prevede la possibilità di multare, allontanare o proibire l’accesso ad alcune zone della città a persone che potrebbero mettere a rischio i cittadini o il decoro urbano.

Chiediamo pertanto al sindaco di usufruire del fondo e di esercitare a pieno quella che è diventata legge dello Stato. In caso contrario, di motivarne le ragioni. La Lega ribadisce con forza l’importanza della sicurezza del singolo e della collettività, come fondamento di base per una società civile e di diritto ed invita pertanto ad evitare di fare politica sulla pelle dei cittadini“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO