Parcheggi, Viviamo Sesto: “Modifiche positive al piano della sosta”

0
280

Novità importanti sui parcheggi a Sesto Fiorentino. Dal 1° maggio entreranno in vigore alcune modifiche alla disciplina della sosta nelle ZCS. Su questa tema si è espressa così l’associazione “Viviamo Sesto“.

Dopo mesi di proteste da parte dei cittadini di Sesto Fiorentino, ecco che arrivano alcune positive modifiche al già rimaneggiato regolamento per la sosta in Zcs.

Ad inizio novembre eravamo stati travolti da un’ondata di modifiche apportate al permesso di sosta, che ci vedeva privati del diritto di parcheggiare, per strada, la nostra auto. Era stato imposto un abbonamento di 180 € per la seconda auto e anche per la prima in caso di possesso di un posto auto esclusivo (senza considerare le ridotte dimensioni della maggior parte dei box auto del centro); ogni 3 anni obbligo di rinnovare il permesso con due marche da bollo da 16€; il divieto di parcheggio per i residenti del centro sia nel parcheggio Giannini sia lungo il lato sud ed est di piazza Vittorio Veneto.

Tutto questo senza che ce ne fosse la reale necessità, andando ad alterare un equilibrio che faceva parcheggiare senza problemi residenti e non residenti.

La voce dei residenti in disaccordo con il nuovo piano sosta è venuta fuori grazie ad una raccolta firme che in 15 giorni ha raggiunto quota 1000, grazie al sostegno dei commercianti e dei partiti politici dell’opposizione e grazie anche ai partiti che non sono in consiglio comunale, che con varie iniziative ci hanno aiutato nella raccolta.

Prima di Natale i primi effetti della raccolta firme si sono fatti sentire, con un ridimensionamento del canone annuale sceso a 60€ e la possibilità di auto-certificare le dimensioni ridotte del proprio box auto, usufruendo così di un permesso gratuito.

Ma non poteva bastare, in questo modo molti residenti avrebbero dovuto pagare un abbonamento, oltre ai 32€ di bolli ogni 3 anni, per non poter comunque parcheggiare la propria auto nei pressi della loro abitazione. Avrebbero lasciato molti spazi vuoti e non utilizzati a causa dell’ampliamento della zona parcheggio ad alta rotazione, che andava a comprendere anche l’ex parcheggio Giannini e le due vie che costeggiano piazza Vittorio Veneto. Un alta rotazione che non è evidentemente necessaria dato che nelle immediate vicinanze c’è piazza Lavagnini dove si può parcheggiare gratuitamente per due ore al giorno.

Nel frattempo abbiamo costituito un’associazione, ci siamo documentati e abbiamo fatto proposte serie e costruttive, abbiamo trovato nella figura del sindaco una persona disponibile ad ascoltarci.

Il dialogo ha portato buoni frutti. L’ex parcheggio Giannini e le due strade che costeggiano piazza Vittorio Veneto sono tornate fruibili per i residenti; non sarà necessario pagare nuovamente due bolli da 16 € ogni rinnovo, ma solamente nel caso di cambio auto; il canone annuale è sceso ancora a 50€, pagabili in un’unica soluzione, in alternativa alle 5€ mensili.

Questi 50 € restano la nota dolente visto che a Prato, altro Comune dove Consiag gestisce la sosta, parcheggiare due auto costa 30€ l’anno.

Il bilancio è comunque positivo, in quanto sono state accolte le sottolineature che noi, come associazione Viviamo Sesto, avevamo evidenziato; aspetti fondamentali come l’alta rotazione sono stati drasticamente ridimensionati e l’abbonamento per la seconda auto fortemente ridotto.

Il dubbio sulla necessità di questa manovra comunque resta. Affidare questo servizio a Consiag era veramente necessario? I commercianti dal loro canto non vorrebbero neanche le strisce blu visto che il centro di Sesto e sempre più vuoto.

Ringraziamo dunque il Sindaco Lorenzo Falchi per aver accettato un dialogo costruttivo ed aver rivisto alcuni aspetti delle modifiche che avevano portato un notevole disagio per i residenti del centro di Sesto Fiorentino.

Come Associazione resteremo aperti al confronto ed al dialogo, per una città che è in continua evoluzione, auspicando che anche l’Amministrazione Comunale abbia colto il vantaggio di come confronto e mediazione portino ad un risultato migliore”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO