Publiacqua, al via la pulizia delle caditoie nelle aree impattate dall’alluvione

0
72
Publiacqua

Prosegue senza soste l’impegno di Publiacqua nelle zone alluvionate del territorio servito. Il gestore idrico dell’area metropolitana fiorentina e delle province di Prato e Pistoia è al momento presente con circa 30 autobotti nelle zone critiche per garantire l’approvvigionamento dell’acqua, mentre con un suo qualificato dipendente sta seguendo ininterrottamente le operazioni di soccorso e ripristino dei servizi dalla sala operativa della Protezione Civile Regionale. Sono circa un centinaio gli uomini di Publiacqua stanziati nelle zone alluvionate e al lavoro per riportare gradualmente alla normalità il servizio idropotabile, mentre si lavora da subito anche a interventi di ripristino strutturali.

Con un affidamento diretto, giustificato dall’estrema urgenza, sono infatti iniziati i lavori per la realizzazione del sottopasso del Bisenzio, consistenti nella realizzazione di uno scatolare all’interno del quale posizionare una tubazione dell’acquedotto, in sostituzione del preesistente distrutto dalla piena del Bisenzio. Un intervento urgente e fondamentale per alimentare la frazione Santa Lucia di Prato, tra le più colpite dal tragico evento meteorologico, e dove nella notte è stato temporaneamente realizzato un impianto di pompaggio dall’acquedotto centrale a Prato per non lasciare i residenti senza acqua. Realizzato l’impianto è stato necessario attivare gli spurghi della rete, spurghi che sono continuati durante tutta la mattinata per consentire la corretta alimentazione. Nel primo pomeriggio si registravano ancora alcuni condomini dove la pressione non era sufficiente a garantire la corretta alimentazione. Per garantire maggiore pressione nella zona sono in corso operazioni ulteriori per ripristinare alcune fonti normalmente disponibili nell’area e che sono state impattate dagli eventi meteo estremi. Persistono alcune problematiche puntuali in alcune frazioni dei Comuni di Carmignano e Quarrata per alti consumi. Risolta solo parzialmente invece la situazione di Gamberame grazie al riempimento del serbatoio con autobotti e sono in corso le verifiche per individuare soluzioni strutturali. In sofferenza tuttora la frazione di Arancini (Quarrata) per la quale nella giornata di domani Publiacqua provvederà a stendere una tubazione volante per ripristinare il servizio.

“È un momento di grave emergenza, ma Publiacqua sta facendo tutto quanto il possibile per ridurre al minimo i disagi – dichiara il presidente Nicola Perini – Gli operai e i tecnici sparsi sul territorio, che da venerdì hanno effettuato circa 400 interventi su chiamate a cui vanno aggiunti i lavori programmati, garantiscono la massima professionalità per uscire da questa situazione di crisi, e riportare alla normalità la vita di tutti i cittadini colpiti da questa catastrofe. Tra l’altro, in accordo con i Comuni abbiamo avviato le attività di pulizia delle caditoie nelle strade impattate dall’alluvione”.

Sono state infatti messe a disposizione, da parte di Publiacqua, 6 squadre per la realizzazione di interventi urgenti per la pulizia delle caditoie stradale. Conclusi gli interventi svolti nel fine settimana e nella notte di lunedì per superare le aree di criticità sul territorio, Publiacqua ha attivato le operazioni per garantire la pulizia delle griglie stradali, nelle strade del territorio al fine di ridurre il rischio di allagamenti stradali in caso di piogge.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO