Rock Burger, web radio, laboratori permanenti e non solo: ecco “Palinsesto”, il progetto di gestione della nuova Lucciola

0
158
Progetto gestione Lucciola

Un punto ristoro, ma non il classico ristorante, una web radio, laboratori permanenti e molto altro ancora. E’ “Palinsesto“, il progetto di gestione per la nuova Lucciola presentato venerdì 29 novembre nel palazzo comunale.

Presentazione del progetto Palinsesto ex Lucciola a Sesto Fiorentino . 29 novembre 2019

Publiée par Daniele Papi sur Vendredi 29 novembre 2019

Abbiamo intervistato Cristiano Burgio, ideatore del progetto insieme a Giulia Rosini.

Palinsesto nasce dal fatto che sul territorio c’è una grande nostalgia dell’ex Lucciola e del giardino adiacente. Abbiamo pensato che ciò che è stato non è presente, come non è presente ciò che si desidera per il futuro. Abbiamo accettato questa sfida affinché passato e futuro possano diventare presente. Per rendere partecipe la cittadinanza abbiamo pensato a una serie di strumenti.

Primo di tutto l’apertura di una web radio. Attraverso un palinsesto, da qui il nome del progetto, vogliamo far conoscere alla città le attività della nuova Lucciola. La redazione sarà accompagnata da una redazione juniores: cercheremo di coinvolgere scuole e associazioni sportive giovanili del territorio. La redazione dovrà proporre contenuti per il palinsesto radiofonico. 

Altro strumento di coinvolgimento è la creazione di un laboratorio permanente aperto alle associazioni e ai singoli cittadini con incontri regolari, almeno una volta al mese. L’obiettivo è mettere in atto le idee e le proposte della cittadinanza. 

Progetto gestione Lucciola

Altro strumento è la conquista, termine che uso non a caso, della collaborazione con il ‘Rock Burger‘ di Torino che si occuperà della ristorazione. L’anno scorso il Rock Burger ha vinto il premio come miglior locale di Torino e il premio come miglior food truck italiano nella competizione tenutasi in Svezia. In più è stato inserito nella guida del Gambero Rosso. Perché non la classica pizzeria o il tradizionale ristorante? Sul territorio ci sono già ristoranti e pizzerie eccellenti con piatti che non si trovano altrove. Ho deciso di non saturare l’offerta. 

Inoltre collaboreremo con ‘Black Candy‘, casa discografica indipendente di Firenze che si occupa anche di managing di tour sia di artisti nazionali che internazionali. Stiamo cercando di creare una tappa a Sesto Fiorentino per artisti, magari più di nicchia e cantautoriali, ma di respiro europeo. Stiamo anche pensando alla presentazione, sia nella web radio che live, dei dischi prodotti e distribuiti da Black Candy. 

Un’altra collaborazione che si sta concretizzando è quella con la Società Toscana di Orticoltura che si occuperà delle attività nella zona verde dell’ex Lucciola. Abbiamo intenzione di creare un orto verticale nel giardino. 

Abbiamo stipulato un accordo con la Bottega delle Lingue di Prato, scuola che insegna l’italiano agli stranieri e lingue, come ad esempio il cinese e l’arabo, per progetti d’inclusione. 

Sottolineo, infine, la collaborazione con la libreria ‘liblab‘ di Sesto Fiorentino che si occupa di editoria per l’infanzia.

Insomma: le idee e i progetti non mancano. E non manca l’interesse, non limitato al territorio sestese, intorno all’ex Lucciola e al nostro progetto. L’amministrazione comunale ha creato circostanze favorevoli affinché possano svilupparsi delle collaborazioni“.

Non resta che aspettare. Lo spettacolo è appena iniziato.

STEFANO NICCOLI

LEGGI ANCHE:

Sport, ballo, teatro e ping pong: c’era una volta la Polisportiva Sestese

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO