Sciopero Sda: presidio Fit-Cgil davanti al Cdp Poste

0
134
CGIL

Sciopero venerdì 21 aprile per l’intero turno di lavoro di tutti i lavoratori dipendenti e delle imprese affidatarie di appalti e contratti di trasporto e delle agenzie della filiera Sda Express Courier”.

A proclamarlo unitariamente a livello nazionale sono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti “per l’indisponibilità di Sda, azienda del Gruppo Poste Italiane e dell’associazione datoriale Fedit di sottoscrivere il primo accordo di filiera”.

“Da due anni con l’accordo chiediamo – sottolineano le tre organizzazioni sindacali – l’internalizzazione graduale di tutti i processi produttivi della filiera affidati a facchini e driver, compresi, in particolare, quelli in affidamento alle Agenzie nonché di proseguire nella definizione dell’accordo sindacale per l’inserimento nel capitolato di tutti gli appalti Sda del territorio nazionale, per poter dare nuovi e migliori trattamenti omogenei a tutti i lavoratori dell’intera filiera e contemporaneamente una qualificazione delle aziende appaltatrici insieme ad una loro riduzione numerica. Serve inoltre un accordo sul premio di risultato che sia di riferimento per tutti i lavoratori della filiera degli appalti di almeno 1400 euro l’anno, il trattamento giornaliero della trasferta che garantisca per tutti lo stesso importo minimo così come un ticket restaurant di almeno 8 euro in tutta Italia”.

“Sda invece – affermano infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – continua nella politica del dividere i lavoratori e nel non volere negoziare per unificare i trattamenti divisivi che esistono sul territorio nazionale”.

Monia Rialti (Filt Cgil Toscana) e Massimiliano Matranga (UilTrasporti Toscana) aggiungono: “Sosteniamo le rivendicazioni riportate dalle segreterie nazionali che rispecchiano in pieno le richieste nostre e le istanze delle lavoratrici e dei lavoratori della filiera Sda, al fine di equiparare i trattamenti economici su tutto il territorio nazionale. E’ ora di dire basta agli appalti volti allo sfruttamento dei lavoratori ed a negare tutele, garanzie e un futuro certo, rivendichiamo l’internalizzazione di tutta la filiera”.

Le segreterie territoriali di Filt Cgil e UilTrasporti, in adesione allo sciopero indetto dalle segreterie nazionali per l’intera giornata di domani venerdì 21 aprile, hanno organizzato un presidio presso il Cdp di Poste Italiane di Sesto Fiorentino (Fi) in via Pierpaolo Pasolini 397, dalle ore 8:30 alle ore 10:30.

Cgil Toscana

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO