Sestese morto in lungarno Soderini: indagine sui permessi del cantiere edile

0
779
Cantiere edile
Pixabay - La foto non si riferisce alla notizia

Vi ricordate Gabriele Masi? Si tratta del ragazzo di Sesto Fiorentino morto a soli 28 anni il 30 giugno 2020 in lungarno Soderini a Firenze. Il giovane, appassionato di foto e telecamera, andò a sbattere con la sua motocicletta contro un cantiere edile.

La Nazione fornisce un aggiornamento sulla vicenda. Il quotidiano scrive che, secondo la procura di Firenze, il cantiere non era formalmente a posto. Il pm Beatrice Giunti sta compiendo accertamenti relativi alle autorizzazioni dei lavori stradali.

Ci sarebbe un buco di circa dodici mesi nel rinnovo delle autorizzazioni di almeno una parte di quel cantiere. Se la pista investigativa risultasse confermata, il ventaglio degli indagati – si legge – potrebbe ulteriormente allargarsi ad altri soggetti. Al momento, le contestazioni riguardano sei persone, ma non hanno ancora ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini proprio perché il pm Giunti sta ultimando questo accertamento che potrebbe non risultare secondario, rispetto all’architettura complessiva di un’indagine comunque prossima alla sua conclusione.

L’articolo integrale sul quotidiano in edicola

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO