Sesto: Enel rinnova impianti elettrici, al via i lavori

0
182
Enel

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, informa che mercoledì 13 maggio eseguirà un intervento di manutenzione e potenziamento del sistema elettrico nel territorio comunale di Sesto Fiorentino, con particolare riferimento agli impianti di bassa tensione che forniscono alimentazione all’area compresa tra via Puccini, via Gramsci e via I Maggio.

I tecnici dell’azienda elettrica effettueranno il restyling della cabina che sarà rinnovata attraversol’installazione di apparecchiature automatizzate, a partire da innovativi interruttori motorizzati, nell’ambito del progetto E-Grid 2020 per garantire qualità e continuità del servizio. Le squadre operative di E-Distribuzione verificheranno anche l’assetto di rete per assicurare una distribuzione equilibrata dell’energia elettrica.

Le operazioni devono svolgersi in orario giornaliero per ragioni di sicurezza e richiedono un’interruzione temporanea del servizio elettrico, che E-Distribuzione ha programmato per domani, mercoledì 13 maggio, a partire dalle ore 13:30 con conclusione nel primo pomeriggio (max limite per conclusione lavori 15:30 / 16:00). Grazie a bypass da linee di riserva, l’area del “fuori servizio” sarà circoscritta a un gruppo ristretto di utenze delle vie suddette (via Puccini civ. 2r, 10, 14, 18, 30, da 38 a 40, 46, 52, 7, 15, 29, 35, 39, 43p, 49, da 55 a 57, 61, 67; via Gramsci civ. 476, 482p, da 492 a 494, 633a, 633x, da 611 a 617, 617x, da 629 a 633, 633p, sn; via I Maggio civ. da 1 a 3, da 7 a 9 – i civici sono elencati divisi tra pari e/o dispari).

I clienti sono informati anche attraverso affissioni, con il dettaglio dei numeri civici coinvolti, nella zona interessata. L’Azienda ricorda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e di non commettere imprudenze contando sull’assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di maltempo, i lavori potrebbero essere rinviati.

Enel

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO