Solidarietà del Comune Calenzano al popolo saharawi dopo gli scontri di El Aaiùn

0
143

Il giorno dopo il conferimento da parte del Consiglio Comunale di Calenzano della cittadinanza onoraria simbolica ai bambini saharawi ospitati sul nostro territorio, è arrivata la notizia che dall’altra parte del Mediterraneo una ragazza di 23 anni è morta negli scontri con la polizia marocchina.

I saharawi ancora presenti a El Aaiùn, nel Sahara Occidentale, stavano festeggiando la vittoria dell’Algeria nella Coppa d’Africa, proprio per la vicinanza che lega il popolo saharawi alla nazione che ospita i campi profughi. La polizia marocchina è intervenuta per reprimere i festeggiamenti, provocando la morte della giovane saharawi.

Esprimiamo la nostra solidarietà al popolo saharawi – ha dichiarato il Sindaco Riccardo Prestiniche ancora una volta è stato vittima della violenza. Nel corso del consiglio comunale i bambini ci hanno portato la loro testimonianza di pace e di lotta non violenta per l’autodeterminazione del proprio popolo. Questa morte è l’ennesima dimostrazione dello stato di sottomissione in cui si trovano da 44 anni. Rinnoviamo il nostro cordoglio e il nostro sostegno alla causa dei saharawi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO