Tramvia a Campi, Gandola (FI): “Per Nardella è tutto fermo, progetto al palo?”

0
93
Paolo Gandola, FI

Rispondendo ad alcuni giornalisti il Sindaco Nardella è stato risoluto: sul secondo lotto della linea 4 per Campi Bisenzio siamo fermi. Una risposta che ha fatto trasecolare Paolo Gandola, consigliere metropolitano per il centrodestra e capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio che ha annunciato la presentazione di una interrogazione. Quali sono le novità e quale è l’aggiornamento sul cronoprogramma in merito alla realizzazione della tramvia “Piagge – San Donnino – Campi Bisenzio? Il progetto è oggi già al palo?”

A chiederlo, tramite la presentazione di una interrogazione è Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio che aggiunge: “L’amministrazione comunale di Firenze è tornata nuovamente ad affermare come l’obiettivo di Palazzo Vecchio sia quello di portare la Tramvia in Piazza San Marco, alle Piagge e Bagno a Ripoli. E Campi Bisenzio? Come abbiamo sempre detto noi di Forza Italia, per far arrivare la tramvia nella Città della Piana ci vorrà molto più tempo e naturalmente nuovi finanziamenti di cui ad oggi non c’è alcuna traccia. In buona sostanza siamo alle calende greche. 

Passate le elezioni comunali e defraudati i cittadini con vere e proprio fossinate allo stato puro, favole elettorali sulla pelle dei cittadini, ora il progetto della tramvia appare già al palo.

Da qui l’interrogazione di Forza Italia per fare piena luce sulla questione con una ridda di domande: quali siano le novità in merito alla relazione del secondo lotto della tramvia Piagge – San Donnino – Campi? Quali sono le novità circa il progetto preliminare? Come mai ad oggi la ricerca dei finanziamenti per la realizzazione del secondo e terzo lotto dell’opera che riguardano la Città di Campi Bisenzio è letteralmente ferma? Come più volte sospettato, dovremo davvero attendere il 2030 per il completamento dell’opera?

Non solo nessun cantiere che riguarda Campi Bisenzio è partito nel 2019, come andiamo dicendo da sempre, ma ora tutta la realizzazione del progetto pare già destinata a tempi biblici. Sul punto ci attendiamo risposte puntuali e corroborate da fatti e documenti. Si tratta di una questione dirimente attinente al completamento dell’importante offerta di trasporto pubblico anche se, per parte nostra, continuiamo a ritenere errata la scelta di connettere Campi con le Piagge e non l’Osmannoro e dunque con la sua direttrice principale, con l’aeroporto, il Tribunale, il Polo universitario, l’ospedale di Careggi e magari, chissà con il futuro Stadio della Fiorentina”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO