W la nuova pista: “La sentenza ci amareggia”

0
465
Aeroporto
TuttoSesto

Con questa sentenza si ferma lo sviluppo della Toscana, si condannano migliaia di famiglie
a vivere o meglio sopravvivere sotto le rotte degli aerei, si condannano gli abitanti delle
Signe ad attendere altri anni prima di vedere realizzato il nuovo ponte e si rischiano
conseguenze sul piano urbanistico di Firenze.

La decisione di oggi non mette però assolutamente fine al progetto, si è persa solo una battaglia. Purtroppo il ricorso di se i sindaci della Piana ha impedito che si potesse già avere la nuova pista, un’infrastruttura voluta da una primaria città metropolitana di 42 comuni. Aspettino i contrari a brindare per il pronunciamento dei giudici perché la nuova pista di Peretola si farà non appena saranno corretti quei vizi procedurali compiuti da alcuni ministeri e che hanno reso attaccabile il progetto. Si farà perché questa è la volontà della maggioranza delle forze politiche, della maggioranza dei comuni della città metropolitana ma soprattutto questo è ciò che vuole la grande maggioranza dei fiorentini che chiedono lo sviluppo di Firenze, della Toscana, nuove prospettive occupazionali e una messa in sicurezza di interi quartieri.

Purtroppo la sentenza del Consiglio di Stato ha annullato il decreto di VIA rendendo inutile
l’approvazione del masterplan da parte della Conferenza dei Servizi.

Ora si proceda senza tentennamenti e si porti a termine una infrastruttura indispensabile.
Alle prossime elezioni regionali si dia forza alla politica che più si impegna per l’ammodernamento infrastrutturale della regione.

Noi continueremo, più motivati che mai, la battaglia contro la politica dei tanti No che
soffocano il futuro della nostra regione e che tolgono ai i nostri figli la speranza di un lavoro
e di maggior benessere.

Per il gruppo di W la Nuova Pista sono stati tre anni faticosi ma ugualmente belli e di forte
impegno civico di Tutti e che hanno dimostrato che i cittadini non si rassegnano, credono
nello sviluppo, amano la propria città e non vogliono la decrescita. Tre anni fa siamo stati la
scintilla che ha acceso un motore capace di contrapporsi ai comitati del No, continueremo
ad appoggiare lo sviluppo della nostra città contro i comitati dannosi e costosi in termini di
perdite di opportunità perché il progetto nuova pista non venga mai archiviato.
W la nuova pista, W Firenze e la Toscana!

Paolo Gambaro e Benedetta Ammannati, Amministratori di W la Nuova Pista

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO