Aeroporti toscani, record di passeggeri

0
56

Nuovo record del traffico passeggeri nel sistema aeroportuale toscano
composto dagli scali di Firenze e Pisa. Nel 2017 sono stati raggiunti i 7,9 milioni di passeggeri con un incremento del 5,2% rispetto a un anno prima. Il Galileo Galilei ha raggiunto i 5,2 milioni (+4,9%), mentre l’Amerigo Vespucci di Peretola ha toccato i 2,7 milioni di passeggeri (+5,7%).
L’impennata del traffico si riversa perfettamente sui conti della società di controllo, Toscana Aeroporti. I ricavi totali consolidati sono arrivati a 136,2 milioni (+6,6%) con un risultato ante imposte consolidato
di 15,9 milioni (+6,6%) e un utile netto consolidato di 10,6 milioni, in crescita del 7,5% rispetto ai 9,8 milioni maturati nel 2016. È aumentato l’indebitamento finanziario netto da 13,3 milioni a 28,5 milioni. Lo riferisce un comunicato di Toscana Aeroporti, che da’ notizia dell’approvazione da parte del consiglio d’amministrazione del bilancio consolidato 2017 e del progetto di bilancio d’esercizio concluso. 

Buone notizie anche per gli azionisti: è stato proposto un dividendo di 0,531 euro per azione in crescita del 6,6% sul 2016. La distribuzione dei profitti, secondo la proposta che verrà formulata all’assemblea dei soci, dovrebbe avvenire a partire dal prossimo 6 giugno. Per Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, “il 2017 e’ stato un anno caratterizzato da risultati straordinari di grande crescita coronati dall’ottenimento della 
Via per la pista di Firenze e dalla conclusione dell’iter approvativo del master plan per Pisa”. Risultati positivi, fa notare, “sia sul fronte dei passeggeri, dove sono stati sfiorati gli 8 milioni di passeggeri , sia sul fronte degli indicatori economici che consentono un incremento della 
remunerazione degli azionisti”. 

Red/ Dire 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO