Aeroporto, Pillozzi (LeU): “Renzi detta la linea, i paracadutati eseguono”

0
93

Ringrazio Matteo Renzi per la chiarezza con cui ha dettato la linea ai suoi, il candidato Giachetti in testa: l’aeroporto si farà, l’inceneritore si farà, con buona pace dei cittadini che chiedono scelte diverse e delle amministrazioni locali che si oppongono a questo scempio del territorio. Dalla sconfitta di Sesto il Partito di Renzi non ha colto alcun insegnamento, né pare interessato a confrontarsi con i cittadini e con le amministrazioni comunali guidate dallo stesso PD che rispetto a queste due opere hanno manifestato diverse perplessità”.

 

Lo afferma Serena Pillozzi, candidato alla Camera dei Deputati per LeU nel collegio uninominale Toscana 3 (Sesto Fiorentino) commentando le parole di Matteo Renzi riportate da alcuni organi di stampa.

 

Si spiega molto bene – prosegue – il criterio con cui si è scelto di paracadutare un candidato estraneo al territorio: il PD è in cerca di esecutori di decisioni prese altrove, lontano dalla Piana, in nome dell’interesse di pochi, e non di seri rappresentanti dei cittadini. Quello che non si spiega è l’ostinazione con cui il Partito Democratico continua ad andare avanti su scelte sbagliate e lontane dalla volontà dei cittadini. Sarebbe interessante conoscere al riguardo il pensiero (sempre che ne abbia uno) del mio avversario che appena tre giorni fa sosteneva di volersi confrontare con il territorio sulle grandi opere. La partecipazione e il confronto, da queste parti, sono qualcosa di più serio di qualche frase fatta in salsa elettorale: qualcuno provi a spiegarlo al candidato Giachetti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO