Campi, ass. Nucciotti: “Chiedo scusa a Brogi, ma non accetto la mistificazione della realtà”

0
382
Foto tratta dal profilo Facebook di Riccardo Nucciotti

Stanno facendo discutere a Campi Bisenzio le “minacce” a Monica Brogi, viceprovveditore della Misericordia, dall’assessore Riccardo Nucciotti durante il confronto tra candidati sindaco tenutosi nella serata di venerdì primo giugno. Nei confronti della prima hanno espresso solidarietà le liste a sostegno di Adriano Chini (LEGGI QUI) e Forza Italia (LEGGI QUI)

Vi proponiamo adesso il post pubblicato su Facebook dallo stesso Riccardo Nucciotti:

E niente…un post lungo, che spero abbiate la pazienza di leggere, perché credo sia importante sapere come siano andate veramente le cose ieri sera.

In riferimento a quanto accaduto ieri sera vorrei prima di tutto scusarmi con la diretta interessata e con le persone presenti. Ho alzato un po’ la voce, è vero, però non ho mai e poi mai offeso nessuno. Quindi chi sta mettendo in giro certe notizie sta dicendo il falso. E’ vero che la politica oramai sembra doversi fare solo a colpi di ingiurie e fake news, ma almeno fra noi a Campi, visto che ci conosciamo tutti, evitiamo di spacciare false informazioni.

Semplicemente ieri sera ho ascoltato la Viceprovveditore della Misericordia dottoressa Brogi dire cose che non corrispondono a verità. E questo le ho detto. Forse ho sbagliato nei toni, e di questo mi scuso con tutti e soprattutto con la dottoressa Brogi, ma anche io sono umano e come tutti posso sbagliare. Ma quello che non sono disposto ad accettare è la mistificazione della realtà.

Il progetto Casa Diletta è anche frutto di un quadro più ampio di nuovo welfare del Comune di Campi che prevedeva e prevede il coinvolgimento di tutte le energie della comunità, a partire dalle associazioni, in una logica per cui non volevamo più progetti calati dall’alto ma costruiti e quindi vissuti col territorio. Dentro questo indirizzo la Società della Salute, e quindi anche il Comune di Campi che ne fa parte, ha commissionato ad Abitare Solidale una ricerca di spazi utili per fornire concrete risposte sociali. Da qui nasce l’intesa fra Abitare Solidale e la Misericordia e la conseguente proposta che il Comune di Campi ha fatto approvare dalla Società della Salute. Cioè si tratta di un bell’esempio di sinergia fra volontariato (e di questo dobbiamo ringraziare la Misericordia) e Comune che vale la pena applaudire tutti assieme e non farne oggetto di divisioni manichee.
Tutti i campigiani hanno il diritto di sostenere chi più desiderano alle prossime elezioni e quindi sono ovviamente liberi di attaccare e criticare chi vuole.

Da parte mia rivendico il medesimo diritto di esprimere liberamente le mie opinioni. Per cui l’aggressione di cui sono vittima in queste ore non rende onore a chi la sta facendo e a chi la sta guidando.
Se sono andato sopra le righe chiedo scusa, ma se qualcuno vuole chiudermi la bocca ha scelto la persona sbagliata perché i fatti sono più duri delle falsità che stanno vomitando in queste ore i nostri avversari alle elezioni e le bugie hanno sempre le gambe troppo corte per consentire di andare lontano“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO