Campi, Gandola (FI): “Degrado e abbandono anche in via Fornello. Amministrazione distante”

0
157

Dopo l’incontro con gli assegnatari della Case popolari di Sant’Angelo a Lecore, con i residenti di Via Marconi a Capalle, con i membri del Comitato “Ai Confini con la civiltà”, con la tappa davanti a Spazio Reale, l’incontro con i residenti di Capalle vecchia, con la zona industriale Tre Ville, la tappa presso la frazione di San Martino e a San Lorenzo presso il canale di Via Volta Prata, e la tappa in Via dell’argin secco è arrivata nei giorni scorso in Via Fornello nei pressi di Villa Sarri, la Fiat 500 azzurra di #Ascoltiamo Campi.

Come sempre sono innumerevoli i problemi segnalati dai residenti della zona, dichiara Paolo Gandola, Capogruppo di Forza Italia presente durante il sopralluogo con il responsabile giovani azzurri Angelo Victor Caruso. “In particolar modo oltre alla mancata sicurezza i residenti hanno lamentato la presenza di discariche abusive e scarti tessili oltre alla presenza di orti dormitorio e serre issate su ettari di terreni affittati dai proprietari italiani a imprenditori cinesi che molto probabilmente sfruttano la manodopera. Si tratta di serre in cui le condizioni igieniche e di sicurezza sono alquanto precarie come abbiamo potuto riscontrare anche durante il nostro sopralluogo.

Non solo: diversi problemi sono stati segnalati anche nei pressi dell’impianto idrovoro di Crucignano. In quel caso, oltre all’assenza di una apposita area parcheggio per le residenze private presenti, abbiamo riscontrato l’assoluta situazione di degrado e di mancata sicurezza presente nel vialetto che consente l’ingresso pedonale verso Via Primaldo Paolieri dove le pietre del muro di confine risultano quasi tutte oramai staccate e ammassate a terra. Da lì proseguendo a piedi abbiamo riscontrato il grave stato di degrado che riguarda la scala che porta verso l’alveo del Bisenzio e la zona di Villa Montalvo, il tutto testimoniato dalla presenza di materassi e giacigli di fortuna presso il ponte di Via Paolieri. Un problema di abbandono e degrado che noi di Forza Italia avevamo già denunciato sia nel 2016 che nel 2017 e che oggi, nel 2018 rimane pressoché immutato.

Infine, altro aspetto dolente e davvero illogico emerso durante il sopralluogo è rappresentato dal percorso pedonale tra il ponte di Via Paolieri e l’impianto semaforico per l’attraversamento della circonvallazione nord all’altezza di Via Chiusa. Provenendo dal ponte il marciapiede termina, insensatamente in una grande aiuola verde senza raggiungere alcunché. Questa situazione, oltre ad essere un grande disagio per le persone che passano nella via nelle giornate di pioggia, rappresenta un’insormontabile barriera architettonica per i disabili. Sul posto, peraltro, è presente da tempo immemore un vecchio pneumatico da camion, testimonial, purtroppo, di un’incuria che si protrae da troppo tempo.

Sul punto – annuncia Gandolainnumerevoli sono anche le proposte di Forza Italia in particolar modo per quanto riguarda il collegamento tra il nostro centro storico e Villa Montalvo utilizzando l’alveo del Bisenzio. Un luogo che deve essere funzionale al miglioramento della qualità della vita dei nostri cittadini“.

Terminato l’incontro, i rappresentanti di Forza Italia sono tornati a bordo della Fiat 500 pronti per una nuova tappa del tour, con l’intento annunciato di  coinvolgere il cittadino che potrà finalmente rivolgersi direttamente ai rappresentanti della politica locale e dialogare con loro dei problemi e delle proposte che riguardano la propria area di residenza.

Per chiedere un passaggio della 500 di “AscolTiAmo” Campi, o per una segnalazione circa la propria zona si può contattare il numero: 339 6302593.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO