Campi, Gandola (FI): “Il Comune non è dotato di un piano sicurezza dei mercati”

0
84

I banchi del mercato del sabato pomeriggio vanno spostati? Il tema è tornato ad essere dirompente proprio in questi giorni in seguito ad un accesso gli atti effettuato da Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio.

Non c’è dubbio che il mercato del sabato pomeriggio in centro sia fortemente attrattivo e vada dunque valorizzato e magari ampliato a tutta la giornata del sabato,  tuttavia non si può più  consentire che il mercato si svolga in assenza dei necessari di piani di sicurezza“.

Si esprime così il capogruppo azzurro commentando la risposta ricevuta direttamente dal Comandante della Polizia Municipale il quale ha riferito che, al momento, il Comune di Campi non è dotato di  un piano di sicurezza del commercio su area pubblica vero e proprio così come richiede la normativa vigente, ma soltanto di un “piano per fronteggiare le emergenze e la valutazione del rischio incendio”.

“L’Amministrazione Comunale, infatti, ricorda Gandola, anche in relazione alla Circolare del Ministero dell’Interno n. 3794 del 2014, in tutti questi anni non ha mai provveduto ad approvare il Piano di Sicurezza dei mercati presenti a Campi. Il documento, dovrebbe definire le procedure da attivare e le figure che devono intervenire in caso di emergenza, individuare  i  punti di ritrovo e identificare gli accessi e la viabilità dei mezzi di emergenza. Ciò dovrebbe riguardare il mercato del capoluogo come quelli presenti a Capalle e San Donnino.

Per consentire di adeguarci alla normativa dovremo ridisegnare la conformazione dei tre mercati, continua Gandola. Negli scorsi mesi, prima della campagna elettorale, ha scritto ancora il comandante della Municipale rispondendo alla richiesta di Gandola: “vi sono stati multipli tavoli di concertazione, con le associazioni di categoria che però hanno prodotti scarsi risultati”. 

In queste riunioni si è prospettato alcune ipotesi di sedi diverse  per il mercato del capoluogo, ma le proposte non sono risultate gradite né agli ambulanti né agli stessi commercianti in sede fissa, i quali considerano, giustamente, il mercato una attrattiva generale per la città e per il sistema commerciale locale. 

Così, in questi anni, nonostante le resistenza, é stato effettuato per motivi di sicurezza, unicamente lo spostamento dei banchi di Via Santo Stefano. Oggi però non è più possibile rimanere inermi e  la ricollocazione dei banchi dovrà riguardare al più preso anche Via Buozzi. 

Al riguardo, si chiede Gandola, quale é il progetto dell’amministrazione comunale? 

Per pensare di spostare l’area mercatalebisogna avere un progetto e gli ambulanti, giustamente, non sono disposti a cedere Piazza Dante e Via Buozzi  per ritrovarsi confinati chissà dove, trasformandosi da servizio per la comunità a mero contorno folkloristico. 

Vista la complessità della questione, commenta ancora Gandola, porterò la questione all’attenzione del consiglio comunale anche procedendo a convocare in audizione gli ambulanti e tutte le categorie economiche interessate visto che da qualche settimana sono stato eletto dai colleghi Presidente della prima commissione consiliare. È impellente che tutti i consiglieri siano resi edotti  della questione e ogni gruppo consiliare possa avanzare una proposta in merito. Una questione dirimente e fondamentale  che riguarda  il futuro ed il mantenimento dell’attività di lavoro dei 119 ambulanti che risultano oggi avere  le concessioni per operare a Campi Bisenzio”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO