Campi, Leonardo in sciopero. Fossi: “Servono investimenti e attenzione da parte del governo”

0
105
Foto tratta dalla pagina Facebook di Fiom Firenze

Poco più di ore di sciopero e presidio, dalle 7.45 alle 10 di mercoledì 12 dicembre, da parte dei lavoratori di Leonardo (ex Finmeccanica) dello stabilimento di Campi Bisenzio.

Presente allo sciopero anche il sindaco Emiliano Fossi che ha poi scritto il seguente post su Facebook: “Sono stato al presidio organizzato dai lavoratori della Leonardo Finmeccanica (ex Galileo) per ribadire la centralità di questo sito produttivo. Una delle eccellenze della nostra regione deve prevedere adeguati investimenti sul futuro e ricevere la massima attenzione da parte del governo nazionale.
Siamo vigili“.

Così, invece, Daniele Calosi, segretario generale della Fiom Cgil Firenze: “Stamani sui cancelli insieme ai lavoratori in sciopero di Leonardo Finmeccanica di Campi Bisenzio. Chiediamo certezze produttive per il sito produttivo. Vogliamo il mantenimento delle attività strategiche che sono allocate su Firenze. Non accettiamo spezzatini industriali. Non accettabile disperdere competenze storiche sul territorio. Rivendichiamo a investimenti su nuovi prodotti e inserimento di nuove risorse. Noi non molliamo“.

Rsu Leonardo, Fim, Fiom e Uilm Firenze hanno scritto pochi giorni fa in una nota stampa: “Chiediamo risposte in merito alle prospettive, agli investimenti industriali e ai nuovi assetti organizzativi annunciati pubblicamente. In questa situazione di completa incertezza sul piano industriale e di mancanza di comunicazione delle scelte strategiche, il sito di Campi Bisenzio, per la sua frammentazione divisionale, rischia di essere tra i più penalizzati. È necessaria una maggiore centralità dello stabilimento campigiano all’interno del gruppo e maggiori investimenti su prodotti e risorse. Lo stabilimento è caratterizzato da più linee di business (Elettrottica, Comunicazioni Professionali, Strumenti Satellitari) che, con l’attuale organizzazione del lavoro, non fanno sinergia e dipendono da Programmi di responsabilità di altri stabilimenti”.

LEGGI ANCHE:

Campi, sciopero alla Leonardo. Rsu: “Oggi celebriamo i successi, ma le prospettive di domani?”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO