Medici vs Pazzi: le pietre di Pazzino e lo scoppio del carro

0
324
da "I Medici"

Durante la fiction dedicata a i Medici, la famiglia di banchieri fiorentini che ha caratterizzato il Rinascimento italiano, più volte Jacopo de’Pazzi ricorda le origini nobili della sua famiglia per rimarcare le differenze di lignaggio rispetto ai Medici.

Questa è la storia dell’avo più importante di Jacopo e dello Scoppio del Carro che si festeggia a Firenze il giorno di Pasqua:

Secondo la leggenda quando i crociati di Goffredo di Buglione espugnarono Gerusalemme sarebbe stato il fiorentino Pazzino de’ Pazzi a salire per primo sulle mura della Città Santa per porre la bandiera della cristianità.

Per questo atto di valore, Goffredo di Buglione, regalò a Pazzino tre pietre del Santo Sepolcro con le quali fu acceso un fuoco purificatore. Le pietre furono portate fino a Firenze dove l’usanza fu ripresa e dura tutt’oggi. Le pietre sono conservate nella chiesa dei Santi Apostoli in piazza del Limbo all’interno di un tabernacolo in maiolica policroma realizzato da Giovanni della Robbia.

Dalla fine del Trecento il trasporto del fuoco Santo fino alla cattedrale avviene grazie ad un carro da cerimonia trainato da due buoi(i fiorentini lo chiamano brindellone per il suo incedere sgraziato).

L’allestimento del Carro era affidato alla famiglia Pazzi, ma questo privilegio cessò nel 1478 dopo la Congiura che porta il loro nome. Da allora la cerimonia è passata sotto la responsabilità della Signoria e poi del Comune“.

https://www.facebook.com/IMediciOfficial/videos/334482710663676/

 

 

Per seguire i nostri racconti sulla casata fiorentina, cliccare la voce I Medici sulla barra in alto del menù della pagina web tuttosesto.net.

LEGGI ANCHE:

26 aprile 1478: la congiura dei Pazzi

I Medici e la bellezza senza paragoni di Simonetta Cattaneo

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO