Tramvia, inaugurata la linea 2. Nardella: “E’ il successo di tutti”

0
123

Lunedì 11 febbraio 2019. Giorno importante per la viabilità. Questa mattina all’aeroporto di Peretola stata inaugurata la linea T2 della tramvia che collega lo scalo Vespucci con la stazione di Santa Maria Novella.

Al taglio del nastro il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accolto da alcuni bambini che sventolavano le bandiere tricolore, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, il ministro dei trasporti e delle infrastrutture, Danilo Toninelli, e la commissaria europea Corina Cretu.

Presenti anche i sindaci di Sesto Fiorentino, Calenzano e Campi Bisenzio: Lorenzo Falchi, Alessio Biagioli ed Emiliano Fossi.

Il mio primo grazie va ai fiorentini per la pazienza e la tenacia: non sono mancate le difficoltà, i momenti di scoramento, di incertezza, ma alla fine ci siamo riusciti, è il successo è di tutti” – ha detto Dario Nardella (fonte: Ansa) -“Accompagnare la trasformazione di una città è una sfida difficile, che non si può affrontare senza il coinvolgimento attivo dell’intera comunità dei cittadini”, la costruzione della fiducia in una comunità è il vero antidoto contro l’odio sociale e lo smarrimento del senso civico. Con la nuova linea l’intero sistema tramviario trasporterà 37 milioni di passeggeri all’anno, 27 milioni dei quali lasceranno il mezzo privato per quello pubblico, con una riduzione del 10% traffico privato, per 14 tonnellate di CO2 e 4,2 tonnellate di PM10 in meno ogni anno“.

Enrico Rossi ha ricordato che con il sistema tramviario fiorentino e la sua implementazione “avremo un beneficio dal punto di vista economico, ambientale e avremo un impulso positivo per le attività commerciali e i quartieri che prendono maggiore vitalità e dinamismo. La tramvia è anche un esempio concreto di un metodo, di un riformismo paziente, tenace, e lungimirante anche se non facile da realizzare. Ma è necessario per guardare al futuro perché produce risultati duraturi per il benessere comune“.

Fuori dall’aeroporto si sono radunati alcuni attivisti per contestare la realizzazione della pista da 2.400 metri. Su uno degli striscioni c’è scritta la data del 30 marzo. Quel giorno, infatti, si terrà una manifestazione di protesta allo sviluppo dello scalo Vespucci.

STEFANO NICCOLI

— NARDELLA&TONINELLI DI NUOVO INSIEME —FIRENZE E LA PIANA NON SI ARRENDONO AL POTERE DEL DENARO – SAB. 30 MARZO…

Publiée par La Piana contro le nocività-Presidio Noinc Noaero sur Lundi 11 février 2019

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO