#Vivicampi, la passeggiata per conoscere la disabilità

0
72

Si terrà Sabato 7 Aprile con partenza alle ore 9.30 in Piazza Dante a Campi Bisenzio la seconda edizione di #ViviCampi, una passeggiata per comprendere la disabilità, l’iniziativa promossa dall’associazione “Libera-Mente-Abili” e dal suo presidente Marco Becattini.

Sabato 7 Aprile dopo essere montati a bordo di una carrozzina, all’uopo messa a disposizione dall’associazione per lo svolgimento dell’iniziativa, passeremo al setaccio alcune vie del paese del centro storico e della frazione di San Lorenzo con l’obiettivo di mettere in atto una verifica concreta sulla possibilità di fruizione di luoghi e spazi comuni da parte dei diversamente abili, dichiara in una nota Marco Becattini, Presidente dell’Associazione “Diversamente Abili”.

Solo così, seduti su una carrozzina, tutti i normodotati riusciranno realmente a valutare, giudicare, dare suggerimenti per migliorare e facilitare la fruizione e dire se i soldi dei cittadini, in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, siano stati spesi in maniera efficace. Per questo, Marco Becattini, 43 anni, disabile dalla nascita e militante per i diritti dei disabili fiorentini ha promosso l’iniziativa immediatamente condivisa dai consiglieri comunali Paolo Gandola, Chiara Martinuzzi e Roberto Valerio che sabato saranno presenti dopo aver già partecipato alla prima edizione dell’anno scorso.

Quella di Marco e della sua Associazione che chiedono una Città finalmente accessibile a tutti, è una battaglia che ci siamo sentiti immediatamente di condividere e per questo fin da ora assicuriamo la nostra piena partecipazione a #ViviCampi, dichiarano Gandola, Martinuzzi e Valerio. Al riguardo, aggiunge Chiara Martinuzzi, Vice Presidente della Commissione Pari Opportunità, auspichiamo la partecipazione dei nostri colleghi amministratori comunali e dei singoli cittadini.

Per quanto ci riguarda, ha continuato Gandola, da amministratori pubblici ci siamo dimostrati da sempre attenti alla problematiche di chi, come Marco, si scontra ogni giorno con le barriere architettoniche rappresentate da scalini, porte troppo strette, varchi inaccessibili e dall’assenza di sistemi ausiliari (ascensori) per utilizzare i servizi pubblici. Campi Bisenzio attende ancora oggi dopo oltre 30 l’adozione dei PeBa, il piano di eliminazione delle barriere architettoniche la cui adozione è prevista dal 1986. Al riguardo nonostante sia stata approvata la Mozione da noi presentata per dare avvio all’adozione del Piano, ancora oggi il nostro Comune risulta sprovvisto di tale strumento e ciò impedisce di poter partecipare alle linee di finanziamento regionale acquisendo quei contributi (circa 2 milioni di euro ogni anno) che la Regione Toscana subordina all’adozione dei Peba stessi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO