60 anni di Lilly. Rossi: “Festeggiamo con orgoglio la sua presenza sul territorio”

0
308
TuttoSesto

Un terzo del fabbisogno di insulina nel mondo viene prodotto dallo stabilimento della Lilly di Sesto Fiorentino. Basti questo dato per comprendere la rilevanza per la Toscana di un’azienda farmaceutica tra le più importanti a livello globale. Oggi festeggiamo con orgoglio sessanta anni di presenza sul nostro territorio di un formidabile stabilimento. Orgogliosi per la sua capacità di investire in innovazione; per l’intelligenza con cui porta avanti la ricerca in stretto contatto con le Università toscane; per la formazione di una manodopera, versatile e qualificata, che impiega in un settore molto delicato del mercato. Sono inoltre circa 700 i lavoratori della Lilly in Toscana, un’ottima presenza anche per i livelli occupazionali che garantisce, senza peraltro tener conto dell’indotto“.

Con queste parole – consegnate ad un videomessaggio visti gli impegni
istituzionali a Bruxelles – il presidente della Regione Enrico Rossi – scrive l’agenzia di stampa Italpress – ha salutato la platea accorsa al Lilly Campus di Sesto Fiorentino in occasione della celebrazione dei primi sessanta anni della multinazionale americana in Italia.

Lilly ha evidentemente trovato un contesto e condizioni favorevoli alle proprie necessità“, ha continuato Rossi. “I farmaci prodotti hanno costante bisogno di ricerca avanzata e di investimenti tecnologici di altissimo livello dalle ovvie ricadute sul nostro territorio“.

Il presidente si è poi concentrato sull’ultimo accordo di programma siglato tra l’azienda e la Regione Toscana e che quest’ultima finanzia con 10 milioni sui 17,6 complessivi, che “consentirà alla Lilly, anche nei prossimi anni, di potersi sviluppare grazie al trasferimento del Liceo scientifico Enriques Agnoletti che confina con lo stabilimento. Si liberano cosi’ spazi preziosi offrendo all’azienda ulteriori possibilità di espansione produttivaUn accordo che oltre la Regione vede protagoniste la Città Metropolitana di Firenze, i Comuni di Sesto e Campi Bisenzio, e l’Università di Firenze. Come
regione finanziamo 10 mln dei 17,6 mln di investimenti.

Sta procedendo inoltre anche l’iter dell’accordo che abbiamo sottoscritto per consentire alla Lilly di accedere alla nostra piattaforma logistica digitale nell’area vicina all’Interporto di Livorno. Un piattaforma dove convergeranno presto investimenti importanti consentendo sinergie altrettanto di valore per dare importanti consentendo sinergie altrettanto di valore per dare maggiore competitività all’industria farmaceutica, e non solo“, ha concluso Rossi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO