Aeroporto, Stella (FI): “Bene governo su Peretola, Pd ambiguo”

0
173
Aeroporto
Tuttosesto

Stanno facendo discutere, e non poteva essere altrimenti, le parole del ministro Matteo Salvini sull’aeroporto di Firenze. Su questo tema si esprime così Marco Stella, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale della Toscana:

Accogliamo con grande soddisfazione, ma non avevamo dubbi al riguardo, le parole del ministro Salvini, che ha rimarcato il ruolo strategico dell’aeroporto di Firenze, che ‘dovrà tornare a crescere, come quello di Pisa. Devono crescere entrambi’. Musica per le nostre orecchie, da sempre ci battiamo per lo sviluppo di Peretola e per un sistema aeroportuale toscano integrato. Resta sullo sfondo, purtroppo, la posizione ambigua del Partito Democratico, che se da un lato, per bocca del governatore Giani e del sindaco Nardella si dice a favore dell’ammodernamento del Vespucci, dall’altra sconta la netta contrarietà dei sindaci di Prato e dei Comuni della Piana, tutti a guida Pd (o alleati, come nel caso di Sesto Fiorentino).

Finora, anche il sindaco di Firenze e il Pd a Palazzo Vecchio hanno avuto posizioni contrarie allo sviluppo dello scalo fiorentino – ricorda Stella -. L’anno scorso, la commissione urbanistica del Consiglio comunale di Firenze ha approvato, con i voti della maggioranza Pd, una mozione presentata dai 5 Stelle, che impegna Nardella a cercare alternative all’allungamento della pista di Peretola e in particolare a verificare la fattibilità della metropolitana leggera proposta da Enrico Letta. Posizione ribadita alcuni mesi fa dal primo cittadino in un’intervista.

Quando lo scalo fiorentino sarà ammodernato e verrà realizzata la nuova pista il numero dei passeggeri potrà raddoppiare e si genereranno fino a 5mila posti di lavoro. Un sistema aeroportuale funzionante significa sviluppare il nostro territorio e garantire l’arrivo di turisti e businessmen che altrimenti opteranno per scali di altre regioni vicine, in primis Bologna. Nardella dovrebbe saperlo. A questo punto vediamo che posizione prenderà il Presidente Giani con la sua Giunta, e che sappia difendere gli interessi di imprese e cittadini toscani. Ci auguriamo che tenga fede al suo annuncio di queste ore, ha promesso che la Regione si adopererà per fare partire i lavori all’inizio del 2024“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO