Allestimenti natalizi, Centro Commerciale Naturale: “Parole Toccafondi superficiali e offensive”

0
1250

Non si placa il dibattito sugli allestimenti natalizi nel centro di Sesto Fiorentino. Dopo il commento del capogruppo di Italia Viva-Azione in Consiglio comunale Gabriele Toccafondi, concentratosi in particolare sulle luci a pagamento dell’albero di Natale, e la precisazione dell’amministrazione comunale sestese, prende posizione anche il Centro Commerciale Naturale Sesto Sotto Casa tramite il suo presidente Sabrina Piermarini:

Il Centro Commerciale Naturale Sesto Sotto Casa è impegnato da mesi, insieme al Comune e agli sponsor, nell’organizzazione degli allestimenti e degli eventi per questo Natale. Si tratta di un periodo molto importante per il tessuto economico e sociale della nostra città, in particolare per il centro che vogliamo rendere bello, accogliente e ricco di iniziative.

Sono allibita dalle polemiche sui social degli ultimi giorni, polemiche insensate che danneggiano il commercio e vanificano l’impegno del C.C.N.

Trovo particolarmente singolare che al coro si sia unito, sempre attraverso i social, anche il consigliere Gabriele Toccafondi con un post superficiale e offensivo. Al consigliere, come a qualsiasi polemista da tastiera, sarebbe bastato chiedere informazioni in Comune o alla nostra associazione o semplicemente alzare lo sguardo dallo schermo e guardarsi intorno per accorgersi che gli allestimenti non sono ancora terminati.

La vicenda dell’albero a pagamento è talmente tanto ridicola da non essere quasi commentabile: come si può pensare che l’albero si accenda solo a pagamento?

Il nostro albero sarà sempre acceso, sarà un albero a bassissimo consumo energetico e l’inserimento della moneta serve ad attivare giochi di luci. Tutto il ricavato andrà in beneficenza al Centro di Ascolto di Sesto Fiorentino, una realtà che non ha bisogno di presentazioni.

Il Natale a Sesto Fiorentino si accenderà sabato 26 novembre. Ci aspettiamo grandi cose da questo grande investimento che chiunque abbia a cuore la città deve sostenere vivendo il centro, contribuendo a migliorarlo, facendo pervenire osservazioni e suggerimenti costruttivi per il futuro“.

                                                                       

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO