Calenzano, l’Istituto comprensivo sarà intitolato ad Anna Maria Luisa de’ Medici

0
278
Comune di Calenzano

CALENZANO – L’Istituto comprensivo di Calenzano sarà intitolato ad Anna Maria Luisa de’ Medici, Elettrice Palatina. Lo ha deliberato la Giunta comunale dopo la scelta tra una rosa, condivisa tra Amministrazione e istituzione scolastica, di nomi femminili, fatta dalle alunne e dagli alunni e dagli organi collegiali scolastici, nell’ambito di un progetto educativo sulle pari opportunità.

Il percorso “Cosa fa la differenza?”, che da anni viene portato avanti dal Comune in collaborazione con Istituto comprensivo e associazioni, ha coinvolto tutti gli ordini di scuola, con declinazioni specifiche adatte alla fascia d’età, da spettacoli teatrali, a incontri con la filosofa Michela Marzano, a riflessioni con psicologhe sull’affettività. Nell’ambito del progetto si è lavorato su alcune figure femminili, che si sono distinte in vari campi e la scelta è caduta sull’ultima discendente de’ Medici, vera e propria mecenate, che con il “Patto di famiglia” ha stabilito che il patrimonio artistico e culturale mediceo dovesse rimanere a Firenze e in Toscana.

“Dopo l’intitolazione di alcuni spazi verdi cittadini a donne – commenta l’assessora all’Istruzione e alle Pari opportunità Laura Maggi – come Margherita Hack, Alda Merini e Frida Kahlo, l’Istituto comprensivo, luogo di formazione e crescita delle bambine e dei bambini porterà il nome di una donna, che ha deciso con grande lungimiranza di mettere un patrimonio inestimabile a disposizione di tutti. A breve faremo una cerimonia di intitolazione, che sarà l’occasione per riflettere sui temi della parità di genere”.

“Finalmente l’Istituto Comprensivo – dichiara la dirigente Cinzia Boschettoassume una propria identità: l’intitolazione ad Anna Maria Luisa de’ Medici, ultima grande mecenate di Firenze, rafforza l’idea di scuola come luogo di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale. Educare al bello è un percorso irrinunciabile, di tipo trasversale e interdisciplinare, di arricchimento interiore, per riconoscere la centralità della persona, affermandone la dignità, le esigenze, i diritti e i valori. La scelta dell’Elettrice Palatina, figura determinata, caparbia e ‘stratega’, è il punto di arrivo di un percorso strutturale di studio, approfondimento e riflessione, intrapreso dai discenti dell’Istituto Comprensivo sulle figure femminili che si sono distinte in diversi campi del sapere. La scuola è davvero orgogliosa per il traguardo raggiunto”.

Comune di Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO