Calenzano, torna la borsa del giocattolo

0
357
Borsa scambio calenzano

Dopo una pausa di quasi due anni dovuta alla pandemia la storica Borsa del giocattolo d’Epoca ritorna alla sua antica sede dell’Hotel Delta Florence a Calenzano in Via Vittorio Emanuele per festeggiare i suoi 27 anni di attività.
La Borsa di Calenzano identificata dai collezionisti fra le più antiche manifestazioni del settore Italiane è anche sempre stata definita la “ Wall Street “del giocattolo per le sue valutazioni sui balocchi d’epoca. Domenica 5 dicembre le sale del’ Hotel si rianimeranno di pubblico e partecipanti per le tradizionali contrattazioni su bambole, soldatini, moto, auto, treni, automi, navi e per trovare quell’esemplare che manca in collezione.

Unica differenza di sempre che tutti porteranno la mascherina di protezione, e già all’entrata tutti verranno controllati sul possesso o meno del green pass o tampone e temperatura corporea. Anche gli espositori non troveranno più il collega collezionista fianco a fianco ma con i distanziamenti e protocolli di legge anti contagio.

Sarà però come tradizione presente un ufficio valutazioni a disposizione del pubblico per chi vorrà portare i propri giocattoli per stabilirne l’anno di fabbricazione e quale era la fabbrica che li immise sul mercato commercializzandoli oltre a restauratori che daranno consigli sulla conservazione e riparazione.
I collezionisti saranno oltre 60 provenienti da numerose regioni italiane con le loro belle collezioni da scambiare dalle 9 alle 16. Ingresso a offerta libera.

A far compagnia a questi giocattoli questa volta ci sarà anche il Subbuteo, il gioco del calcio per eccellenza nato in Inghilterra nel 1947 ma che vide il suo massimo splendore anche in Italia negli anni 70′ e rinato dopo gli europei di calcio vinti dall’Italia. E sarà Cristian Cecconi di Firenze dell’Associazione Nuovo Falco che da una vita si dedica a questa passione e professione a proporre al pubblico scatole complete di squadre con le maglie del passato e del presente. Si potrà provare anche su di un apposito campo da gioco regolamentare naturalmente in scala ridotta a tirare due calci in porta. Ma le novità espositive non saranno finite perché la ricerca di quelle auto vere che abbiamo avuto nella nostra vita sarà premiata da numerosi stand con tanti micromodelli di tutte le epoche, e fatture questa volta non di latta ma della più moderna pressofusione. Piccoli modelli che non hanno bisogno di benzine a prezzi stellari come adesso ma solo quella dei ricordi e della fantasia.

Uno stand per il ritorno dei bellissimi soldatini di IMPERO di Massimo Lombardi di Roma tutti scolpiti e dipinti a mano con estro e capacità di un made in Italy intramontabile ed un pizzico di caricatura quel tanto da far sorridere ma anche di trasmettere grandi significati storici degli Italiani in Etiopia nel 36′.

Per Info 055 882041 – 330565439

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO