Campi, Ballerini (Potere al Popolo): “Impossibile l’alleanza con le altre forze di sinistra con Chini candidato”

0
242

32 anni, sposato, due figli, lavoratore in una cooperativa sociale. Lorenzo Ballerini, segretario di Rifondazione Comunista Campi Bisenzio, è il candidato sindaco di Potere al Popolo alle elezioni amministrative di domenica 10 giugno.

Formatosi con il movimento No Global, tenta adesso la scalata al ruolo di sindaco. Da solo, senza il sostegno delle altre forze di sinistra. Il nodo della discordia si chiama Adriano Chini. “A novembre abbiamo iniziato un giro di consultazioni con le realtà politiche e associative del territorio – spiega Ballerini -. La proposta di convergere sull’ex primo cittadino come candidato ci ha fatto sorridere. Per molti anni, come Rifondazione Comunista, siamo stati gli unici a fargli opposizione in Consiglio comunale e fuori. Possibile ha esternato le proprie perplessità su Chini, mentre Sinistra Italiana lo sostiene“.

Per quanto riguarda i punti salienti del programma elettorale – che Ballerini ha già spiegato in esclusiva a tuttosesto.net (LEGGI QUI) – la parola è discontinuità. “Non con gli ultimi cinque anni, ma con l’ultimo ventennio – dice il candidato sindaco -. Coloro i quali oggi si schierano contro aeroporto e inceneritore, sono gli stessi che hanno avallato certe scelte, anche questo ci fa sorridere. Vogliamo proporre un modello diverso di sviluppo del territorio e di sicurezza sociale e sui luoghi di lavoro. Una delle nostre proposte è l’istituzione di un assessorato all’occupazione. Da sottolineare anche il tema della casa: Campi Bisenzio ha centinaia di alloggi vuoti, sfitti, alcuni privati, altri di grossi enti. Allo stesso tempo ci sono decine e decine di famiglie che rischiano di essere lasciate in strada. Un’amministrazione deve saper intervenire in modo radicale come non è stato fatto in questi anni”.

La presentazione dei ventiquattro candidati di Potere al Popolo si terrà venerdì 27 aprile al circolo Rinascita. “Ci sono molte donne giovani – di 21,22, 23, 24 anni – attive nel mondo delle associazioni. Servono almeno duecento firme per presentare la lista, questo è il primo scoglio“, ha concluso Lorenzo Ballerini.

STEFANO NICCOLI

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO