Colletta alimentare, Gandola (FI Campi): “Chi può acquisti la card e partecipi a raccolta fondi”

0
144
Paolo-Gandola

Oggi più che mai dobbiamo sostenere la colletta promossa dal banco alimentare, la più grande esperienza del dono esercitata in Italia, dove si pratica la solidarietà umana e si condivide il senso della vita“.

Si esprime così Paolo Gandola, consigliere metropolitano di FI – centrodestra per il cambiamento e capogruppo azzurro a Campi Bisenzio.

La colletta quest’anno, stante l’emergenza sanitaria in corso, cambia nella forma ma non nella sostanza. La solidarietà si ‘smaterializza’, rendendo possibile l’acquisto ed il dono non di beni di prima necessità ma di card disponibili alle casse dei supermercati e corrispondenti a ‘panieri di prodotti’. 

Vista l’emergenza sanitaria e la particolare crisi economica e sociale chene è derivata, è importante mantenere vivo questo appuntamento acquistando le card prevista da 2, 5 o 10 euro. Il banco alimentare della Toscana rifornisce 200 strutture caritatevoli dell’area metropolitana e le risorse raccolte andranno ad integrare quanto il banco recupera grazie alla sua attività quotidiana combattendo lo spreco di cibo. L’invito è rivolto a chiunque: secondo le proprie possibilità, si partecip ioggi e nei prossimi giorni a quello che è oramai l’evento  di solidarietà più importante in Italia, un gesto d’amore per quanti stanno attraversando un momento di grande disagio ma anche un incoraggiamento alle centinaia di volontari che quotidianamente sono impegnati a dare un conforto ed uns ostegno ai più bisognosi. 

A Campi Bisenzio, i nuclei familiari assistiti dalla Caritas vicariale sonopassati da 191 a 250, con punte di 350 durante i mesi del lockdown primaverile. Lo stesso è avvenuto in tutti gli altri Comuni dell’area metropolitana, dove sono aumentati in modo esponenziale il numero di persone e famiglie che si trovano a vivere una situazione di disagio economico e sociale. Non giriamo la testa dall’altra parte. Scegliamo di camminare insieme nel sentiero della solidarietà“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO