Campi Bisenzio, Baudo (Gruppo Misto): “Deluso per no a taglio emolumenti di sindaco, assessori e consiglieri”

0
154
Gianni Baudo

Durante la seduta del Consiglio comunale di Campi Bisenzio tenutasi giovedì 26 novembre, il consigliere Gianni Baudo del Gruppo Misto, da poco iscritto alla Lega, ha chiesto di dimezzare gli emolumenti di sindaco, assessori e consiglieri da qui fino al termine dell’emergenza Coronavirus (31 dicembre 2021).

 

All’appello hanno votato favorevolmente lo stesso Gianni Baudo, Paolo Gandola (Forza Italia), Maria Serena Quercioli (Liberi di Cambiare), Andrea Cantini (Lega) e Vanessa Fiaschi (Lega), mentre il resto dell’aula ha votato contro.

 

Sono deluso e amareggiato – dichiara Baudo in un comunicato stampa – perché si è voluto colpevolmente descrivere questa mia proposta come populista e demagogica, ma nulla di più falso. Semplicemente era un tentativo di dimostrarci i primi fondatori di un fondo di solidarietà che in un secondo momento si sarebbe autoalimentato.

 

Chiedevo che sindaco, assessori e consiglieri si tagliassero i propri emolumenti, va detto non particolarmente lauti, per un paio di mesi e dessero vita al fondo, poi tutto sarebbe tornato come prima e ciascuno sarebbe tornato ad incassare le proprie indennità o i gettoni per intero. Non ci vedevo nulla di male, né tantomeno di demagogico.

 

Chi mi ha voluto descrivere come populista dimentica, forse, che è in atto una crisi economica nera, nerissima e che i buoni esempi di chi guida la politica comunale sarebbero stati ben apprezzati dalla gente. E’ stata persa un’occasione a mio modo di vedere, ma ognuno viaggia secondo coscienza e i cittadini si faranno una propria opinione indipendentemente dalle tante parole usate da chi mi si è scagliato contro“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO