Coronavirus: dal 27 aprile mascherine distribuite in farmacia e a domicilio dai Comuni

1
1362
mascherina

Da lunedì 27 aprile le mascherine si troveranno solo nelle farmacie e in distribuzione a domicilio da parte dei volontari del Comune.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, nel videomessaggio trasmesso  nel pomeriggio sul suo canale Facebook.
Ringrazio la grande distribuzione per il contributo dato in questa prima settimana – ha detto Rossi –  In totale, in cinque giorni, ne abbiamo distribuite 10 milioni, dopo averne consegnate, tramite i sindaci, oltre 8 milioni. Adesso la Toscana torna al canale usuale di distribuzione dei presidi sanitari: quello delle farmacie. L’obiettivo è farne affluire per le prossime settimane, per i prossimi mesi, almeno 2 milioni al giorno, divise in pacchetti da 5, così da garantire ai toscani una mascherina al giorno.

Covid-19, messaggio del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi – 24 aprile 2020

Da lunedì la distribuzione delle mascherine continuerà solo tramite le farmacie e i Comuni. Ringrazio la grande distribuzione per questa prima settimana. In totale, in cinque giorni, ne abbiamo distribuite 10 milioni, dopo averne consegnate tramite i sindaci oltre 8 milioni. Continueremo a farlo, almeno 2 milioni al giorno. Ci scusiamo per i disagi e condanniamo gli accaparramenti, invitando tutti i cittadini alla responsabilità e alla tranquillità. Una buona raccomandazione sarebbe recarsi in farmacia col criterio alfabetico. Da lunedì tutti i cognomi dalla A alla L e martedì tutti quelli dalla M alla Z, alternandosi nei giorni seguenti con questo criterio. Grazie ancora e buon 25 aprile.

Publiée par Enrico Rossi sur Vendredi 24 avril 2020

Ci scusiamo – ha proseguito il presidente – per i disagi che i cittadini possono avere incontrato e condanniamo gli accaparramenti: l’invito a tutti è alla responsabilità e alla tranquillità. Una buona raccomandazione sarebbe recarsi in farmacia col criterio alfabetico. Da lunedì tutti i cognomi dalla A alla L e martedì tutti quelli dalla M alla Z, alternandosi nei giorni seguenti con questo criterio.

Crediamo che questa sia una grande operazione – ha concluso Rossi – unica in Italia e che non ha precedenti in Toscana. Raggiungeremo tutti. E alla fine sarà un successo per la salute e per l’uguaglianza perché non per tutti è così facile accedere a una mascherina, né trovare gli euro che occorrono per comprarla”.

Regione Toscana

1 COMMENTO

  1. Ma nessuno dice che le mascherine sono introvabili, che ci sono persone che si sono accaparrate grandi quantità perché date senza nessun controllo, che il sistema della tessera sanitaria non funziona ( con la stessa si può ritirare quante volte vuoi),che nelle farmacie le stesse si esauriscono in 30 minuti e le persone devono fare una nuova fila e poi un’altra e così via.
    Capisco l’enorme problema, non la propaganda.
    Francesco

LASCIA UN COMMENTO