Fondazione Caponnetto: “Triangolo Firenze-Prato-Osmannoro la Corleone della mafia cinese”

1
508

La Toscana rischia di essere divorata dalla mafia in silenzio” . Non usa mezzi termini – scrive Repubblica Firenze – il presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri, nel commentare i risultati delle analisi svolte dalla Fondazione nel corso del 2020.

 

Ieri mattina, durante un incontro organizzato proprio per illustrare un anno di attività, Calleri ha denunciato il boom delle mafie straniere — prime fra tutte quella nigeriana e quella albanese — registrato in diverse province della Toscana. “Il triangolo Firenze, Prato, Osmannoro è per la mafia cinese quello che Corleone era per la mafia siciliana — ha detto — nel nostro territorio la mafia è presente in modo diverso rispetto ad altre regioni, è una mafia moderna che si evolve e si comporta in modo silenzioso“.

 

Calleri ha auspicato tra le altre cose “verifiche sulle acquisizioni di locali”, sulla base di una stima secondo cui “nel 60% dei casi c’è il rischio di riciclaggio di denaro sporco“. “Troppi pagano affitti enormi, hanno alte spese di gestione e non si capisce come fanno a restare aperti con questi costi — la riflessione — un discorso che non riguarda solo a Firenze ma anche altre zone turistiche della regione”.

1 COMMENTO

  1. Con connivenza di amministratori beghini in corsa x il quattrino hanno svenduto a stranieri palazzi storici e anche strutture strategiche della Toscana. Siamo in mano allo straniero per l’ennesima volta nella storia. Sveglia Italia!!!

LASCIA UN COMMENTO