Gandola e Caruso (FI): “Che novità ci sono sulla costruzione di una scuola superiore a Campi Bisenzio?”

0
64

Quello che inizierà lunedì prossimo sarà il penultimo anno scolastico di apertura delle sede distaccata del Liceo Agnoletti presente a Campi Bisenzio. Nei giorni scorsi, infatti, la Città Metropolitana di Firenze ha pubblicato il bando e il disciplinare di gara relativi alla nuova procedura per l’affidamento dei lavori per la realizzazione della nuova sede del liceo Agnoletti presso il polo scientifico di Sesto che comporterà la soppressione della succursale di Campi. Che novità ci sono in merito all’eventuale e futura costruzione a Campi Bisenzio di una nuova scuola superiore?

A porre la domanda sono Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia, e Angelo Victor Caruso, responsabile dei giovani di Forza Italia.

Noi di Forza Italia – ricordano i rappresentanti azzurri – siamo stati i primi nei 2015 denunciare la questione della perdita della sede distaccata del Liceo, raccogliendo 300 firme contro la chiusura consegnate nelle mani di Dario Nardella, Sindaco della Città Metropolitana di Firenze. 

Oramai, purtroppo, non c’è più nulla da fare, la sede distaccata sarà soppressa con le nefaste conseguenze che ciò deriverà per Campi Bisenzio vendendosi a configurare come l’unica città toscana con una popolazione superiore ai 40.000 abitanti che sarà privata di una scuola media superiore. Tra non più di due anni la nostra città perderà un importante presidio scolastico che fino ad oggi contempla la presenza di ben 12 classi, 237 studenti ed oltre 30 insegnanti. 

Al riguardo – commentano Gandola e Caruso cosa è stato fatto fino ad oggi per avviare, come promesso dal Sindaco Fossi in campagna elettorale, un percorso condiviso con il Comune di Signa per attivare un indirizzo di scuola superiore sul nostro territorio? In più occasioni il Sindaco Fossi ha sostenuto che avrebbe avviato la richiesta per realizzare una nuova scuola superiore, di indirizzo tecnico, a Campi Bisenzio a sevizio di tutta l’area della Piana. In merito a ciò che novità ci sono? È stato individuato un percorso da seguire che possa portare all’apertura di una nuova scuola? Sul punto presenteremo specifica interrogazione nel prossimo consiglio comunale di settembre.

Per quanto ci riguarda, per noi di Forza Italia l’unica strada percorribile è la creazione di una scuola tecnica-professionale che connetta il mondo della formazione con quello delle competenze. Oggi Campi Bisenzio, dopo Sesto Fiorentino è il secondo Comune della Piana con più imprese ed i comparti più consistenti sono commercio (934 imprese), manifatturiero (873), costruzioni (770) e servizi (271). Per questo noi immaginiamo un istituito tecnico o professionale che fornisca una preparazione teorica e tecnica, ma con un approccio molto pratico e operativo, tenendo conto delle innovazioni tecnologiche dei settori produttivi e dei servizi e mantenendo una relazione strettissima con il mondo del lavoro e con i settori economici di rilevanza nazionale“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO