Gandola (FI): “Occorre superare le criticità della Perfetti Ricasoli”

0
162
Paolo Gandola-Perfetti Ricasoli

Al via lo sviluppo della progettazione di fattibilità tecnica ed economica per consentire l’adeguamento del corridoio infrastrutturale di via Perfetti Ricasoli, nel tratto tra Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino, prevedendo, in particolar modo, di creare una nuova intersezione tra via Perfetti Ricasoli e via del Pratignone andando così ad eliminare le lunghe code che oggi attanagliano automobilisti ed autotrasportatori”.

Ad annunciarlo è Paolo Gandola, consigliere metropolitano di Forza Italia –centrodestra per il cambiamento e capogruppo azzurro a Campi Bisenzio che spiega: “Il ministero dei trasporti ha stanziato le risorse per consentire di avviare la progettazione ed ora si andrà nel concreto a valutare la fattibilità dell’intervento per alleggerire e fluidificare il traffico veicolare. Da quando è stata aperto il nuovo tratto della Perfetti Ricasoli, aggiunge ancora il consigliere metropolitano, è sorta l’esigenza di adeguare l’intersezione tra l’arteria e via di Pratignone visto che oggi l’intersezione presenta una maggiore domanda sulla direttrice est-ovest, la quale non riesce a trovare sufficiente sfogo a causa della forma ovoidale della rotatoria presente. Tutto questo, come noto a chiunque, causa lunghe code e frequenti tamponamenti, con l’effetto di congestione del traffico nelle ore di punta e di preferenza di itinerari che interessano la viabilità comunale. Per questo motivi, con il finanziamento ricevuto, si andrà a prevedere un aumento di capacità dell’intersezione della direzione est-ovest attraverso una soluzione che garantisca continuità e sgravi la rotatoria dai flussi di traffico che effettuano la manovra est-ovest o ovest-est. La soluzione dovrà riuscire a garantire quelle che erano le funzioni principali della Perfetti Ricasoli, ovvero il collegamento est-ovest per tutte le relazioni comprese tra Prato e Sesto Fiorentino comprendendo anche lo smistamento del traffico da e verso i caselli autostradali. 

La riconfigurazione potrà prevedere la sostituzione dell’attuale intersezione ovoidale con una nuova rotatoria che comprenda la realizzazione di corsie specializzate per le svolte a destra o la creazione di un nuovo viadotto che garantisca continuità e sgravi la rotatoria dai flussi di traffico verso Prato o verso Sesto Fiorentino. 

Questa soluzione, che noi privilegiamo, riuscirebbe a garantire quelle che erano le funzioni principali della Perfetti Ricasoli consentendo collegamenti per tutte le relazioni comprese tra Prato e Sesto Fiorentino ed uno smistamento del traffico verso i caselli autostradali.

Si tratta di una notizia importante ed attesa – conclude Gandola in un comunicato stampa – ed ora vedremo quale sarà lo sviluppo della progettazione tecnica economica e quali potranno essere le risorse da reperire per realizzare l’intervento. Un nuovo viadotto sulla rotonda, infatti, richiederebbe una spesa di 5 milioni di euro, ma rappresenterebbe la vera e definitiva risposta per superare le criticità attuali”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO