Lega: “Appoggiamo la battaglia del Comitato per la tutela degli alberi di Sesto”

0
200
viale machiavelli

A Sesto Fiorentino è caldo, caldissimo (ormai da mesi) il dibattito sugli alberi. Tutto è partito a inizio 2019 con il taglio dei 52 tigli in viale XX Settembre. Pochi giorni fa sono stati abbattuti i pini in viale Machiavelli che saranno sostituiti – ha scritto il sindaco Lorenzo Falchi su Facebook – da querce fastigiate.

In ogni caso non si placa il malcontento nei confronti dell’amministrazione comunale. Alcuni cittadini hanno dato vita al Comitato per la tutela degli alberi di Sesto Fiorentino che adesso riceve l’appoggio della Lega di Sesto:

Lega Sesto appoggia la battaglia coraggiosa del Comitato per la Tutela degli Alberi di Sesto Fiorentino. La devastazione ecologica di questi mesi, iniziata con l’indiscriminato ed ingiustificato taglio degli alberi di Via XX Settembre, si è ripetuta nei giorni scorsi anche nel Viale Machiavelli, con l’abbattimento degli storici pini.

Un sentimento di tristezza e smarrimento, se non di rabbia, alberga nel cuore di ogni vero sestese. La vista del viale Machiavelli ferisce per il senso di vuoto e colpisce adesso per la mancanza totale di verde.

Purtroppo, non possiamo che constatare, come questa amministrazione, salita al potere grazie a molte istanze ecologiste, stia nella realtà smentendo del tutto i buoni propositi della campagna elettorale del 2016.

Un’amministrazione sorda alle richieste dei cittadini che, consapevoli dei costi che il mantenimento dei pini avrebbe comportato, erano ben consci dei benefici che questi giganti verdi fornivano in termini di assorbimento di anidride carbonica, di ristoro dal calore, di bellezza e di storia cittadina.

Un’amministrazione che addirittura si permette di esultare e gioire sui social, mentre i cadaveri degli ultimi maestosi alberi non erano ancora trasportati altrove.

La Lega ha da sempre nel suo codice genetico la difesa e la salvaguardia del suo territorio e delle sue tradizioni. Il Viale XX Settembre, i pini di Viale Machiavelli, le alberature del centro, erano simboli della storia e della tradizione di questa città.  Pertanto, non possiamo che appoggiare la battaglia coraggiosa che il Comitato per la Tutela degli Alberi di Sesto Fiorentino; una battaglia che è per il verde cittadino ed il bene comune, nonché, latu sensu, per la salvaguardia dell’identità cittadina“.

LEGGI ANCHE:

Madau (SI): “No a lezioni di ecologia dai ruggenti gattini da tastiera della Lega”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO