Lotta al degrado, raccolta differenziata, revisione degli orari del porta a porta nel secondo punto del “PattoXCampi” di Gandola (FI)

0
74

Una città è attrattiva quando è bella e decorosa. In questi cinque anni a Campi Bisenzio incuria e degrado hanno finito per dilagare prendendo il sopravvento: erbacce alte, aiuole incolte, cumoli di immondizia, carcasse di auto abbandonate, discariche abusive. Anche in questo campo l’amministrazione comunale si è distinta per una sola pratica in cui eccelle: quella di negare l’esistenza del problema. Per combattere il degrado servono azioni mirate“.

Si esprime così Paolo Gandola, candidato consigliere della lista di Forza Italia nel presentare il secondo punto del “PattoXCampi”.

Ecco dunque, gli impegni di programma che Paolo Gandola ha inserito nel “PattoXCampi” con il quale chiede la fiducia da parte gli elettori.

Per dire stop al degrado servono telecamere, sanzioni elevate,  l’introduzione di sentinelle civiche antidegrado e maggiori controlli degli ispettori ambientali.

Dovremo impegnarci a dare precise disposizioni agli agenti di Polizia Municipale in modo che combattano e sanzionino chi sporca e/o vandalizza strade, installazioni, ambienti ed edifici della città.  Dovremo impegnarci  a coadiuvare gli insegnanti delle scuole nell’attivazione di percorsi formativi sull’educazione e la coscienza civica dei giovani cittadini con la partecipazione della Polizia Municipale, procedere all’attivazione di un tavolo permanente con il Comune di Prato e le categorie economiche per debellare l’annoso problema delle discariche abusive degli scarti tessili e aumentare la pubblicità del  servizio di raccolta gratuito degli ingombranti effettuato da Alia.

Dovremo poi attivarci con la società dei rifiuti per rivedere il contratto di servizio per il ritiro dei rifiuti porta  a porta e per rivedere i metodi di raccolta differenza, oggi frammentati tra ritiro domiciliari, cassonetti, campane e cassonetti con la chiavetta.

Anche su questo aspetto, il fallimento di Fossi è evidente ed oggettivo. I risultati finora raggiunti dalla sua amministrazione sulla raccolta differenziata sono assolutamente insoddisfacenti, essendo oggi pari ad appena il 55%  e dunque molto distante da quel 70% che aveva indicato come percentuale da raggiungere. La raccolta dei rifiuti porta a porta nelle zone centrali della Città dovrà essere  prevista o al mattino presto (entro le 9) o in tarda serata.

Non sarà più accettabile che alle ore 14 non sia stato effettuato il ritiro dei rifiuti”, conclude Gandola.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO