Lucciola: via al bando per la gestione e al piano di fattibilità tecnica per ristrutturazione

0
93
Entrata giardino La lUcciola di sesto fiorentino
Foto tratta dalla pagina Facebook "Movimento di liberazione della Lucciola"

Continua nei tempi previsti il percorso per il recupero e la riapertura della Lucciola di piazza IV Novembre. La Giunta comunale di Sesto Fiorentino ha approvato, martedì 2 luglio, il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la ristrutturazione dell’immobile e gli indirizzi per il bando d’individuazione del soggetto gestore.

Il bando per la gestione è in pubblicazione nella giornata di mercoledì 3 luglio, sarà disponibile online a partire dal 4 luglio e resterà aperto per sessanta giorni. I suoi contenuti sono stati definiti sulla base delle undici proposte progettuali presentate nell’ambito della manifestazione di interesse scaduta lo scorso 18 maggio, volta ad individuare con un percorso condiviso con tutti gli operatori potenzialmente interessati quali potessero essere le funzioni e le modalità di fruizione della Nuova Lucciola.

Alla luce di ciò, agli spazi di piazza IV Novembre viene riconosciuta la vocazione “prevalentemente culturale e ricreativa, multidisciplinare, con elementi aggiuntivi di socialità, con area aggiuntiva di ristoro di qualità”. La concessione avrà una durata di cinque anni eventualmente rinnovabile per altri cinque; il canone di locazione, quantificato nel bando, a fronte di progetti di particolare valore e di restituzione di servizi verso l’Amministrazione comunale e la comunità sestese, potrà essere oggetto di abbattimento determinato di anno in anno con apposita delibera di Giunta. Delle proposte si è tenuto di conto anche in questa prima fase di progetto strutturale, fermo restando che – come previsto dal percorso – i livelli successivi saranno sviluppati in coerenza e in coordinamento con il piano di gestione della proposta che risulterà aggiudicataria.

Il progetto attualmente prevede l’abbattimento di tutti i volumi esistenti ad eccezione della palazzina, la creazione di un porticato esterno al posto della rimessa che dà su piazza IV Novembre, la realizzazione di una sala esterna polivalente da 305 mq in corrispondenza dell’attuale campo da pallavolo e il ripristino del giardino della Lucciola che diventerà uno spazio verde aperto al pubblico. La nuova sala polivalente sarà realizzata ricorrendo alle più avanzate soluzioni costruttive, con l’impiego di vetro e legno per restituire la migliore interrelazione possibile tra interno ed esterno.

Il costo preventivato dell’intervento, sostenuto interamente dal Comune, è di circa due milioni di euro; l’apertura dei cantieri è programmata per i primi mesi del 2020 e i lavori richiederanno circa un anno.

Nel rispetto dei tempi e dell’impegno che ci eravamo presi lo scorso aprile, prosegue il percorso che porterà alla riapertura della Lucciola – afferma il sindaco Lorenzo Falchi Dai 34 soggetti che hanno risposto alla manifestazione di interesse sono arrivate undici proposte che hanno fatto da guida nella redazione di questi due atti fondamentali in vista della riapertura, arricchendo coerentemente il quadro strategico. Se per la parte strutturale, sentiti anche i futuri gestori, è ipotizzabile che possano esserci alcune modifiche al progetto, per quanto riguarda la gestione siamo riusciti a costruire in maniera condivisa una serie di ambiti che caratterizzeranno il futuro di questa realtà tanto amata da tutti i Sestesi. Abbiamo voluto ripensare la Lucciola valorizzando le migliori energie del territorio, creando un luogo che possa tornare ad essere vivo e vissuto da tutti”.

Comune di Sesto Fiorentino

LEGGI ANCHE:

Sport, ballo, teatro e ping pong: c’era una volta la Polisportiva Sestese

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO