Non dichiara rimborso da Equitalia, sequestrati 2 milioni. Sigilli anche a immobili e terreni a Sesto e Campi

0
221

Case e terreni in Toscana per un valore di quasi due milioni di euro riconducibili ad un’azienda di Casavatore (Napoli) sono finiti – scrive l’Ansa – sotto sequestro nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord.

Sotto indagine è finito anche l’ex amministratore dell’azienda. Per gli inquirenti la società napoletana, che fabbrica rubinetteria e valvole, avrebbe omesso di indicare nella
dichiarazione d’imposta del 2014 la somma di quasi 6,8 milioni, ricevuta da Equitalia quale rimborso per un contenzioso vinto, e relativo all’imposta di registro dovuta per una cessione di ramo d’azienda.

Gli accertamenti sono stati realizzati dal Nucleo di Polizia Economico e Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli, che ha quantificato l’evasione fiscale in 1,7 milioni di euro. L’indagine è partita da una verifica della Direzione Provinciale dell’Agenzia dell’Entrate, che ha passato al setaccio le dichiarazioni dei redditi presentate dall’azienda, scoprendo che nel 2014 era scomparso il rimborso erogato da Equitalia. Sigilli sono stati posti a sei immobili e sette terreni ubicati nei Comuni fiorentini di Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino, e a Piombino (Livorno); sotto sequestro anche rapporti finanziari.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO