“Non gettare a terra guanti e mascherine”: campagna di Fare Verde Calenzano

0
112
mascherina

Fare Verde Calenzano nei prossimi giorni promuoverà una campagna di sensibilizzazione per il corretto smaltimento ed uso delle mascherine e dei guanti, partendo dai centri commerciali e nei luoghi pubblici dove la presenza di utenti sopratutto nella fase 2 è ritornata ad essere numerosa.

L’emergenza sanitaria sta producendo una nuova preoccupazione ambientale insieme ad una “storica” maleducazione di una parte di cittadini.

In queste settimane noi tutti ci siamo resi conto che mascherine e guanti di plastica sono diventati tra i rifiuti più comuni nelle nostre passeggiate.

Rifiuti che hanno anche connotazioni sanitarie e vanno trattati nei modi corretti.

guanti e mascherine - Fare Verde Calenzano

La mascherina è diventato un elemento indispensabile della nostra quotidianità, ma non per questo deve diventare un elemento per rendere peggiore il nostro ambiente ed il decoro cittadino”.

La differenza la possiamo fare solo noi cittadini evitando di buttare a terra i rifiuti, portando rispetto alla nostra natura e al nostro ambiente.

Sulla gestione del rifiuto guanti-mascherina è stato l’Istituto Superiore di Sanità a fornire le indicazioni.

Per quanto riguarda guanti e mascherine chirurgiche, le linee guida dell’Iss distinguono i casi di positivi o di chi si trova in quarantena e quelli dei non positivi al Covid-19: nel primo caso non va fatta la raccolta differenziata, tutti i rifiuti, guanti e mascherine compresi vanno gettati in un sacchetto di plastica resistente o in due sovrapposti e smaltiti nell’indifferenziata. Mascherine e guanti (non importa se siano di lattice o nitrile o vinile) vanno nell’indifferenziata, anche in questo caso, usando almeno due sacchetti, uno dentro l’altro.

Ci dispiace solo che il Comune di Calenzano, nonostante la nostra richiesta scritta, non abbia voluto concedere il Patrocinio all’iniziativa senza alcun motivo e senza una spiegazione plausibile.

Quando si parla di Ambiente e di rispetto Ambientale l’amministrazione dovrebbe stare in prima linea e favorire ogni forma di educazione ambientale ed ogni iniziativa, come hanno fatto altre amministrazioni comunali toscane che hanno concesso il proprio patrocinio ad iniziative analoghe promosse da Fare Verde”.

Paolo Aldrovandi – commissario Fare Verde Calenzano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO