Odio al sindaco di Pontassieve, Lega: “Basiti da parole di Falchi”

0
662
Simbolo Lega

La sindaca di Pontassieve, Monica Marini, è stata fatta oggetto di offese sessiste e razziste sui social network. Il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, e l’amministrazione comunale sestese.

Daniele Brunori della Lega Sesto Fiorentino commenta le parole del primo cittadino:

Rimaniamo basiti di fronte alle parole del sindaco Falchi. Sebbene ogni offesa e violenza verbale sia da condannare, non possiamo non ricordarci le parole della Sindaca di Pontassieve, che ha definito il leader del primo partito italiano “persona non gradita”, gettando così benzina sul fuoco dell’odio verso la Lega e il suo segretario federale Matteo Salvini.

Odio che si è concretizzato proprio nell’aggressione subita da Salvini a Pontassieve, per mano di una dipendente dello stesso Comune.

Rimaniamo sconcertati, quindi, dal fatto che la solidarietà del Sindaco Falchi non sia estesa a chi ha addirittura subito un attacco fisico, dopo le innumerevoli offese lanciate dai famosi leoni da tastiera, che avevano già colpito il ristoratore che aveva “osato” dare la disponibilità ad organizzare il pranzo dello stesso Salvini, poco distante da Pontassieve.

Ci chiediamo come si possa non stigmatizzare comportamenti del genere, sintomo evidente di una congenita allergia al confronto democratico.

Da parte nostra, sogniamo una Sesto in cui la democrazia e la solidarietà non possano essere a senso unico.

Sogniamo una Sesto in cui ci siano avversari politici e non nemici a cui non si debba neppure concedere la parola.

Sogniamo una Sesto il cui sindaco sia garante e primo sostenitore di un confronto democratico e civile tra tutti i partiti. Anche e, soprattutto, durante una campagna elettorale”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO