Pet Campi Bisenzio, Gandola (FI): “Continua la situazione di difficoltà”

0
76

Durante il week end a Campi Bisenzio, l’ambulanza medicalizzata Alfa è rimasta ferma ed inoperativa. Dalla 20 di sabato, infatti e per tutta la giornata di domenica, il medico del 118, per l’ennesima volta è stato dirottato sul punto di emergenza territoriale di Signa lasciando sguarnito il Pet campigiano che attualmente è attivo presso la Misericordia di Campi Bisenzio.

Si tratta di una situazione intollerabile, che mette a rischio la sicurezza degli oltre 46.000 cittadini di cui oltre 5000 ultrasettantenni. L’Assessore Ricci la smetta minimizzare e si attivi così come richiesto non solo da Forza Italia ma, anche e soprattutto, dalle associazioni di volontariato presenti sul territorio”.

Si esprime così Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia che torna nuovamente ad occuparsi dell’assenza del medico del 118 presso il Pet di Campi Bisenzio.

Pochi giorni fa, come già fatto anche in passato, l’Assessore Ricci è intervenuto cercando di minimizzare. La situazione è grave, minimizzare non serve, occorre invece attivarsi prontamente per superare la contingenza.

Sul punto sono le stesse associazioni di volontariato del nostro territorio a richiedere, a gran voce, di  trovare velocemente una soluzione preoccupati che a fronte di un’emergenza i soccorsi non arrivino tempestivamente e possa accadere il peggio. Come l’assessore sa bene, ma cerca di minimizzare, soprattutto per le patologie tempo dipendenti come l’ictus, l’infarto e il trauma maggiore il tempo di arrivo dell’ambulanza Alfa medicalizzata fa, eccome, la differenza. Se l’ambulanza medicalizzata parte da Campi Bisenzio i tempi di arrivo sono assolutamente contenuti in 7 minuti e mezzo. Se invece deve partire dal Pet di Sesto Fiorentino o delle Signe impiega 14 minuti nel primo caso e oltre 15 minuti nel secondo caso. Si tratta di una situazione inaccettabile che mette a rischio la sicurezza sanitaria di tutto il territorio su cui insistono importanti centri produttivi e commerciali.

Noi, continua Gandola, non possiamo accettare che Campi sia considerata l’ultima provincia dell’impero e sia privata di un servizio e di un presidio di assoluta importanza. Le assenza nel mese di Luglio sono state, fino ad oggi, eccessive. L’amministrazione comunale non può più  rimane inerme, occorre superare la contingenza,  ad esempio attivandosi per sostituire la medicalizzata mancante con un’infermieristica. Oggi invece il turno della medicalizzata Alfa viene trasformato in Delta con ambulanza di solo volontari. Forza Italia rinnova pertanto l’appello all’amministrazione comunale affinché si adoperi concretamente per riportare la situazione alla normalità e per difendere, in ogni sede, il Pet di Campi che rappresenta un servizio indispensabile a  tutela della salute di tutta la nostra Comunità”. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO