Possibile comitato Valibona: “Serve costruire un nuovo percorso politico. La sinistra si fa con chi la vuol fare”

0
96

A poche ore dal ballottaggio di Campi Bisenzio tra Emiliano Fossi e Maria Serena Quercioli, pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Possibile comitato Valibona:

Il Comitato Valibona Possibile, al momento della composizione delle liste elettorali per le Amministrative di Campi Bisenzio, ha scelto di non essere della partita.

Una decisione difficile e, in qualche modo sofferta, perché ci privava della opportunità di proporre e far conoscere le nostre idee e la nostra visione di comunità.

Abbiamo sempre ritenuto che queste elezioni dovessero e potessero essere l’occasione per far ripartire un progetto di Sinistra ampio, capace di sviluppare una dialettica interna vivace e generativa che consentisse un confronto col Pd, forte di una proposta unitaria.

Le elezioni del 4 marzo, ben tre mesi prima delle Amministrative, ci hanno dato un segno tangibile della crescente forza populista, un segnale che non si è voluto osservare, nella convinzione che le Amministrative seguissero altre logiche e dinamiche.

Abbiamo però osservato criticamente quanto avveniva giorno dopo giorno e lo abbiamo fatto intervenendo, quando necessario, sempre con la massima trasparenza e onestà intellettuale.

Le critiche, anche forti, nei confronti dei due maggiori competitors della sinistra campigiana non sono mancate, ma abbiamo anche sempre sostenuto che di fronte ad un ballottaggio con la Destra, con questa Destra, avremmo appoggiato senza indugio il candidato di Sinistra. Ma non avevamo alcuna intenzione di farlo passivamente. Abbiamo temi e battaglie in cui crediamo e che sottoponiamo ai nostri interlocutori, a maggior ragione se diamo loro il nostro appoggio.

Per questo abbiamo voluto sederci al tavolo con Emiliano Fossi e presentargli uno dei nostri cavalli i battaglia, il Patto di Cittadinanza per una partecipazione vincolante decidente, perché è dal confronto che si possono provare a tracciare nuovi cammini, non da accordi di voto. E di Democrazia Diretta vogliamo parlare anche agli altri Sindaci della Piana Fiorentina e alle forze politiche che condividono i nostri valori.

La nostra azione politica vuole essere un messaggio chiaro a tutta la Sinistra fiorentina: vogliamo parlare con tutti ed in particolare con coloro che credono che si debba partire lasciandoci alle spalle le logiche da Manuale Cencelli, adottando il metodo della confluenza.

Le riflessioni di questi giorni di alcuni sindaci della Piana, fino alle dichiarazioni in corner di Adriano Chini, rafforzano l’idea di continuare nella direzione della costruzione di un nuovo percorso politico, lontano dai contenitori per essere concentrati sui contenuti. Siamo convinti che la Sinistra si “fa con chi la vuole fare” e che le cose, tutte le cose, “si cambiano cambiandole“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO