Presentato il tracciato della tramvia per Sesto

0
1436
Tramvia

È stato presentato nel pomeriggio di oggi, lunedì 8 luglio, presso l’aula magna del Polo Scientifico dell’Università di Firenze lo studio di fattibilità del tracciato della linea T2.2 del sistema tranviario che collegherà Sesto Fiorentino.

Alla presentazione hanno preso parte il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, il rettore dell’Università degli Studi di Firenze Luigi Dei, oltre ai tecnici progettisti che hanno illustrato il piano, alla cui redazione il Comune di Sesto Fiorentino ha contribuito con circa 120mila euro.

TRAMVIA 2.2, PRESENTATO IL PROGETTO

Tramvia T2 : presentato il progetto per il prolungamento fino a Sesto Fiorentino.#TG38

Publiée par rtv38 sur Mardi 9 juillet 2019

Rispetto alle prime ipotesi che vedevano il capolinea attestato nei pressi del Polo scientifico, già nel corso del 2017, su sollecitazione del Comune di Sesto Fiorentino, si era arrivati a prospettare un avanzamento fino all’altezza di via di Rimaggio, con l’ultima fermata in prossimità del parcheggio dell’INPS.

Successivamente si è arrivati ad ipotizzare un ulteriore prolungamento che si avvicinasse maggiormente al centro cittadino e a servizi e funzioni molto importanti. Lo studio di fattibilità presentato oggi vaglia diverse ipotesi, tra cui un tracciato, sul quale si concentra il maggior interesse, che dall’aeroporto toccherà la Scuola Marescialli, quindi la stazione di Castello proseguendo parallelamente alla ferrovia fino ad entrare nel Comune di Sesto Fiorentino. In corrispondenza di via dei Frilli il percorso svolterà verso sud fino a raggiungere via Madonna del Piano, dove svolterà a destra addentrandosi nell’area del Polo Scientifico andando a intersecare via dei Giunchi, parallelamente alla quale, dopo aver svoltato, proseguirà fino a congiungersi con via Neruda, attraversando il canale di cinta su un punte appositamente realizzato. Da via Neruda il tram risalirà fino a viale dei Mille, andando ad attestare il capolinea nei pressi dell’Istituto Calamandrei.

Le ipotesi alternative di tracciato prevedono la percorrenza della sola via Pasolini o in alternativa il passaggio da via delle Idee . Nell’area del Polo scientifico sarà anche realizzato un deposito ausiliario. Le fermate ipotizzate in caso di passaggio dal Polo saranno alla stazione di Castello, in via dei Frilli all’altezza del centro commerciale, all’interno del Polo scientifico in prossimità del Lamma e del Cus, in via della Pace, in via Neruda e in viale Dei Mille. Complessivamente, a partire dall’aeroporto, in questa a ipotesi la lunghezza della T2.2 sarà di 6725 metri con dodici fermate che, secondo le stime, vedranno salire 4,3 milioni di passeggeri all’anno; il costo stimato intorno ai 159 milioni di euro. La durata prevista per i lavori è di due anni e mezzo, con una ipotetica messa in esercizio, qualora l’iter da oggi riuscisse a proseguire senza ritardi, fissata al 1 gennaio 2025.

“Oggi è un giorno molto importante per il futuro della mobilità di Sesto Fiorentino – afferma il sindaco Falchi – Con questo studio di fattibilità ci avviciniamo alla progettazione della nuova linea e alla realizzazione di un’infrastruttura a servizio del Polo scientifico, del nuovo Liceo Agnoletti, dell’Istituto Calamandrei, avvicinando il centro cittadino al sistema tranviario. Fin dall’inizio del mandato abbiamo lavorato affinché si cercasse la soluzione più utile e più funzionale agli spostamenti quotidiani. Grazie al lavoro dei progettisti e dei tecnici degli Enti coinvolti è stata individuata la soluzione tecnica fattibile migliore dal punto di vista dei benefici e dello sviluppo del territorio”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO